Browsing Tag

stati uniti

Stati Uniti, Viaggi

CALIFORNIA Fly & Drive con un bimbo

monument-valley

Monument Valley

Due giovani genitori, un bimbo di due anni e un’auto alla scoperta dei luoghi più belli della California e dei suoi dintorni.
Tutto inizia e tutto finisce a San Francisco…passando per lo Yosemite, la Death Valley, la sfavillante Las Vegas, il Bryce Canyon, la Monument Valley, il Grand Canyon, Los Angeles e la costa californiana da Pismo Beach a Monterey.

Continue Reading

Stati Uniti, Viaggi

THE WEST OF U.S.A.

shutterstock_16007131

Un viaggio on the road che parte dalla bella San Francisco,
passa per canyon e valli sconfinate
per arrivare alla sfavillante Las Vegas.
Un viaggio on the road da vivere alla Kerouac…
…senza sapere dove tutto questo porterà…

Sono amici, quelli che questa volta mi hanno chiamato per aiutarli in una consulenza su un viaggio. Il viaggio dell’estate, del mese di agosto dove tutto costa tanto e le spiagge sono brulicanti carnai. Tutto inizia con una telefonata breve e incisiva “Siamo io e la mia fidanzata, vorremmo andare lontano, senza spendere troppo. Vorremmo scoprire nuovi luoghi, conoscere nuove persone, stare a contatto con la natura ma anche divertirci un pò”. I miei pensieri di dirigono immediatamente verso un’unica meta possibile per loro….la parte Ovest degli Stati Uniti.

inconfondibile-ovest_149612675-2000x550

Così comincia un viaggio che parte da San Francisco, la bellissima città diversa da tutte le sue sorelle statiunitensi, giovane, cosmopolita, anticonformista e ribelle. Si fermeranno a dormire in un hotel nella zona di Union Square o Fisherman’s Wharf. Trascorreranno almeno tre o quattro notti per scoprire questa metropoli californiana raccontata da Kerouac e Jack London, dipinta da murales che dagli anni trenta rendono i suoi muri i più fotografati al mondo, progressista, piena di musica e colore.

san-francisco

San Francisco Golden Gate

Il noleggio macchina…? No grazie! perché quì basteranno i cable car, i famosi tram, per permettere ai miei amici di raggiungere i punti principali della città. L’auto a noleggio, magari una bella mustang fiammante, la prenderanno dopo essere atterrati a Las Vegas con il volo da San Francisco. Da quì, il loro viaggio assumerà un sapore diverso. Si tingerà di natura spettacolare e paesaggi mozzafiato partendo in direzione della Navajo Nation Reservation ed entrando all’interno di un parco interamente gestito dai nativi americani…la Monument Valley. I loro occhi si perderanno all’orizzonte ammirando la terra piatta e pianeggiante interrotta a momenti da improvvise formazioni rocciose che si staglieranno rosse come il fuoco contro il cielo blu. Foto, foto e foto sono quelle che vorranno scattare in ogni momento del loro viaggio. Poi si compreranno un bel cappello e magari faranno una passeggiata a cavallo…ritrovandosi catapultati in quello che anni fa era il grande far west!

monument-valley

Monument Valley

Proseguiranno dopo un paio di giorni in direzione Grand Canyon: dopo quella africana, la più grande frattura del nostro pianeta, profonda oltre millecinquecento metri. Quì vento, acqua e ghiaccio si sono uniti insieme per creare uno dei più grandi spettacoli naturali che l’uomo possa mai ammirare. I miei amici si lasceranno travolgere dalle emozioni che questo spettacolo creerà nei loro animi, si sentiranno piccoli in confronto a tanta grandezza, si faranno coinvolgere da questa dirompente natura che entrerà nei loro cuori lasciando un segno indelebile nella loro memoria. Anche quì…foto, foto e foto saranno quelle che scatteranno cercando di imprigionare quelle immagini per sempre per non farle scappare.

grand canyon

Grand Canyon

Qualche giorno nel Grand Canyon per poi farsi tornare la voglia del contatto con la civiltà; troppe stelle nel cielo perché facciano venire quasi voglia di trovare un luogo dove da lì, non ce ne sono…sì, perché in valigia lei avrà messo anche un paio di tacchi e un abito di seta da sera, e lui una bella cravatta abbinata a gemelli porta fortuna. Vi chiederete perché proprio porta fortuna? Bhè…perché il loro viaggio proseguirà in direzione Las Vegas e là la fortuna sarà la loro migliore amica! Bellagio, sarà la parola d’ordine per le loro notti nella capitale del gioco, nella capitale della notte dove il giorno non esiste e la notte diventa regina.

las-vegas

Una città impossibile, che ospita al suo interno le città più belle del mondo. Una città fantasma che spunta dal nulla in mezzo al deserto per dare luogo al più grande spettacolo di luci che occhio umano abbia mai visto. Las Vegas per loro non sarà solo roulette e black jack, saranno anche locali e discoteche, spettacoli di tutti i tempi, vulcani che eruttano e antichi romani in divisa, contrasti e combinazioni di colori mai viste….Las Vegas sarà tanto, e sarà tutto. Sarà la ciliegina rossa sul loro viaggio che era cominciato con tanti dubbi e alla fine terminerà con un uno solo….ma perché non ci torniamo anche l’anno prossimo?

Fountains_bellagio

Bellagio

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Stati Uniti, Viaggi

New York

10313819_10200954502104754_3086407705296252634_n

Always LoVe

Di nuovo l’amico Ferruccio Simonazzi condivide con la Giraffa i suoi racconti di viaggio. Questa volta ci parla di New York…città che guarda dall’alto permettendoci di sognare con lui. 

Destination. New York
Date. 23/04/2014
Members.
F.L.

Experience NY
Se davvero avete voglia di sentire la storia della mia settimana a NY,  magari vorrete sapere tutto di quello che ho visto. D’altronde non ho nessuna voglia di raccontare di ogni attimo e Vi racconterò soltanto di alcune delle cose da matti che ho vissuto in quei fantastici giorni.   Ma prima di tutto voglio dirvi questo,   proprio mi piaceva tantissimo scendere lungo la Broadway fino a Time Square, l’avrò fatto 100 volte e ogni volta restavo sorpreso di fronte a ciò che sapevo che avrei trovato.   E proprio che il mio hotel era sulla 55° proprio all’angolo con la Broadway,  e da li era un attimo raggiungere a piedi Columbus Circle e quindi costeggiare sorridendo Central Park, e anche la 5 Av.  non era lontana, mentre per la Lexington e la Madison la camminata era un po più lunga.

1521734_10200939355366095_1829551771160098981_n

Detail of NY

Invece da Time Square bastano davvero 4 passi per arrivare a Bryant park un po nascosto dalla biblioteca   nazionale ma  un  vero incanto e da li, piu o meno vicino ad un chiosco che vende insalate si possono vedere sia l’Empire State Building che il Chrisler Building. Ma non pensiate che abbia mangiato solo insalate o cose del genere perché vi sbagliereste di grosso e di questo vi parlerò in altra occasione. Ma torniamo a quello che davvero è importante,  per andare nelle altre zone di Manhattan meglio prendere la Subway. Chinatown, Little italy e Soho sono praticamente attaccati divisi (o uniti) da una strada.

10253820_10200934646248370_636914751583030024_n

Ny

E in ogni altra città sarebbe un problema qui invece ha il suo bel fascino. Dal Greenwich Village a Chelsea anche se non sono vicinissimi ci si va a piedi,  sei hai 5 minuti ti fermi in un caffè e ne avevo proprio voglia ma per una ragione che non devo certamente scrivere qui non l’ho fatto e sono arrivato proprio all’inizio della HighLine giusto per ora di pranzo cosi  mi sono gustato la mia insalata nizzarda appena comprata li sotto al Chelsea Market, ma non fissatevi con l’idea che io viva di insalata.

10291840_10200955211602491_5945442543863915288_n

Broadway

Battery Park è ancora più  lontano ma da li parte il ferry per Staten Island ma soprattutto li nel Financial District c’è Wall Street e la Freedom  Tower.  Ma la cosa che proprio non ti puoi perdere è il 9/11 Memorial che davvero ti lascia senza fiato. A me il fatto che ci sono arrivato mentre pioveva mi è sembrata una bella cosa e forse li dovrebbe piovere sempre.

10170988_10200954502784771_4788039816261963443_n

Empire State Building

E poi invece il sole l’ho trovato sulla cima del Rockfeller Center e pensavo che quel momento lo sognavo da quando ero bambino e mi immaginavo Spiderman volteggiare sopra queste strade. Già. …strade… Non ricordo se ve l’ho già detto e non per vantarmi ma dal mio hotel sulla 55° st. potevo raggiungere facilmente ogni angolo della città perché era proprio camminando lungo quelle strade con quei nomi così famigliari che per qualche giorno mi sono sentito “a part of it”.  Ma se decidete di andarci o di tornarci non pensate a quello che ho scritto e se volete davvero un mio consiglio non dite niente a nessuno perché proprio agli altri potrebbe non interessare. Ed ecco tutto quello che ero disposto a raccontavi di questa prima settimana a New York.

10269426_10200945222592772_6712416824182350666_n

Not to forget…

Ferro, Aprile 2014

(Libera intetpret. in stile Il giovane Holden)

Stati Uniti, Viaggi

STATI UNITI: PARCHI e CITTA’

Un viaggio completo, che passa non solo dalla California, ma anche da Utah, Arizona e Nevada.
Un viaggio on the road alla scoperta di paesaggi sconfinati, città favolose e strade infinite.
Un viaggio alla scoperta di una parte di un sé, che è ancora sepolto sotto una coltre di ignoranza.

Destinazione estiva. Destinazione ideale per un viaggio di nozze. Destinazione per famiglie, gruppi di amici, innamorati, donne avventura. Destinazione senza tempo. Destinazione che una volta nella vita….tutti dobbiamo riprometterci di vivere.

Tanti clienti vengono da me e con quegli occhi sognanti mi guardano, chiedendomi un viaggio on the road per uno dei posti più spettacolari del mondo. Mi chiedono un viaggio in California. Che sia un solo volo, che preveda il noleggio di un auto e hotel lungo la strada. Che sia un giro con un camper per essere più indipendenti. Che sia per toccare solo le città più importanti o per completare il tutto con la visita dei parchi. Il mio consiglio è sempre quello di riuscire ad avere un pò di tempo a disposizione, almeno un paio di settimane, tre per poter completare tutto il giro, per poter vedere tutto con calma e senza corse, e per toccare ogni angolo principale di questi meravigliosi Stati.

A mio parere, il viaggio più completo è quello che crea un cerchio intorno ai confini. Un viaggio che parte con San Diego, seconda città della California per dimensioni dopo Los Angeles, al confine con il Messico. Una città che vive per il suo turismo grazie alle numerose attrazioni quali lo spettacolare Zoo, il Seaworld e il Wild Animal Park. Ma famosa soprattutto per i suoi chilometri di spiaggia per relax, surf, sport acquatici e divertimento notturno. Quindi, una volta atterrati con il volo a San Diego e ritirata l’auto a noleggio in aeroporto, si dovrà partire in direzione della struttura scelta per trascorrere almeno tre giorni in questa sfavillante città. Il mio consiglio assoluto, è di restare nella zona del Coronado, con bellissimi giardini curati, acque calme e case da urlo; oppure di alloggiare nella zona del gioiello: La Jolla, spiagge, parchi, animali, negozi strepitosi e tanto altro ancora! Uno dei miei preferiti, è il Loews Resort sulla lunga spiaggia del Coronado, con camere vista marina o skyline della città. In alternativa, l’affascinante Grande Colonial della Jolla, hotel di charme in pieno centro storico.

Una volta trascorsi i primi giorni di vacanza in questa città, con l’auto si partirà in direzione di quello che è la parte più spettacolare della California: i suoi Parchi. Ma non mi posso però limitare a proporre un viaggio così lungo, e non aggiungere anche qualche parco appartenente ad altri Stati, come lo Utah, l’Arizona e l’imperdibile Nevada. Limitrofi alla California, questi Stati contengono alcune delle meraviglie più spettacolari degli Stati Uniti.

Proseguendo con il nostro viaggio, con una sosta in una cittadina a scelta tra tante, la prima tappa sarà nel Grand Canyon (Arizona), la più grande spaccatura della superficie terrestre attraversato da un fiume lungo quasi cinquecento chilometri. Questo parco è unico e indimenticabile. Il Canyon, profondo oltre mille e cinquecento, regala emozioni che le parole non saranno mai in grado di descrivere appieno. Nei parchi il mio consiglio è quello di trovare una soluzione in uno dei tanti lodge al loro interno, a seconda delle necessità e dei gusti ci sono tante scelte.

Si proseguirà poi in direzione della bellissima Monument Valley (Utah), parte della Navajo Nation Reservation, un parco gestito interamente dai nativi americani. Una notte quì potrà bastare, ma non ne basteranno mille nello spettacolo che regalerà il parco del Bryce Canyon National Park (Utah), piccolo parco che deve la sua bellezza emozionante a migliaia di guglie, pinnacoli e labirinti chiamati Hoodoos, che svettano verso il cielo. Si potranno ammirare punti panoramici con giochi di luce in un paesaggio che resterà per sempre nella memoria del cuore.

Una breve tappa andrà assolutamente fatta nel parco dei cactus e delle piante di yucca, parco nel quale si pensa di aver trovato la Sion descritta da Isaia nella Bibbia: lo Zion National Park (Utah).

Sosta intermedia obbligata assolutamente è quella che prevede una puntata di rito a un tavolo verde, o una giocata alla slot machine…una tappa in una delle città più assurde e pazzesche del nostro pianeta Terra: Las Vegas. Dovremo fare in modo di finire a dormire quì in un infrasettiamanale, in modo da trovare un’offerta nell’hotel top di questa città, il Bellagio.

Dopo aver trascorso un paio di notti in questo hotel da gran signori, si procederà alla scoperta di un’altra spettacolare zona della California, la Death Valley (California). Altamente sconsigliata in estate troppo inoltrata per i suoi gradi che toccano picchi di oltre cinquanta gradi centigradi, questa valle dona a chi la attraversa paesaggi desertici, avvallamenti salini e un’indisturbata landa selvaggia.

Bellagio Las Vegas

I giorni successivi prevederanno qualcosa di mistico e quasi religioso, prevederanno di abbracciare in gruppo un albero talmente grande da non poterci credere, prevederanno una notte al Sequoia National Park (California). Uno dei parchi più vecchi degli Stati Uniti, è famoso non solo per i suoi alberi giganti, ma anche per le sue altissime montagne, canyon profondi, fauna selvaggia allo stato brado, laghi e cascate.

Per finire, direi in bellezza, lo Yosemite (California) sarà la ciliegina sulla torta di un viaggio che non smetterà mai di stupire. Interminabile estensione con una catena montuosa lunga quarantacinque chilometri, imponenti montagne e grandi fiumi che attraversano la sua terra dando origine a cascate meravigliose. Punti panoramici da mozzare il fiato e boschi abitati da fate e folletti.

Argonaut

Prima di rientrare, consiglio sempre almeno qualche notte in una città meravigliosa: San Francisco. Si consegna la macchina e si parte per la visita a piedi e a bordo dei suoi caratteristici mezzi pubblici. San Francisco è la città dei sali e scendi, dei tram a cremagliera, del Golden Gate, del Fisherman’s Wharf, del carcere di Alcatraz. E’ la città più europea d’America. Città di teatri, opera e orchestre sinfoniche; città gastronomica con tante influenze culturali; la città che molti definiscono “Everybody’s favorite city”! Dormire a San Francisco è facile, offre mille soluzioni alla portata di tutti, ma se si è alla ricerca di qualcosa di diverso allora si dovrà dormire al Sir Francis Drake*, color crema e rosso solo per coloro che ricercano un hotel sfrontato molto baroccoso. Per cambiare zona e scegliere di dormire in un boutique hotel di grand class, l’Argonaut sarà una scelta originale e unica. Un piccolo hotel che richiama le antiche cabine di comando di navi storiche, con veri e propri cannocchiali in ottone che permettono di spiare l’orizzonte.

Questo viaggio resterà nel cuore, impresso per sempre. Questo viaggio è il vero viaggio per chi vuole scoprire una parte di sé ancora ignota, nascosta sotto una coltre di ignoranza. Ignoranza dovuta alla totale impossibilità di conoscere quelle che sono le emozioni che i paesaggi dei parchi americani possono regalare. Mi viene spesso richiesto di organizzare questo viaggio, e riorganizzarlo per me è sempre una nuova scoperta.

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com