Browsing Tag

Natura

Oceano Indiano

REUNION

Per chi ama la natura, lo sport, i paesaggi selvaggi e l’avventura.
Un viaggio da vivere in autonomia con un self drive, percorrendo strade sicure.
Un’isola fatta di scogliere, vulcani ancora attivi,
montagne e vegetazione lussureggiante in cui sembra di essere in Francia. Continue Reading

Hotel

LA VIMEA

BIOTIQUE HOTEL 
Più che un soggiorno è un’esperienza da vivere.
Un Biotique Hotel vegano in una delle zone più belle del nostro Bel Paese: l’Alto Adige.

Continue Reading

Stati Uniti, Viaggi

CALIFORNIA Fly & Drive con un bimbo

Due giovani genitori, un bimbo di due anni e un’auto alla scoperta dei luoghi più belli della California e dei suoi dintorni.
Tutto inizia e tutto finisce a San Francisco…passando per lo Yosemite, la Death Valley, la sfavillante Las Vegas, il Bryce Canyon, la Monument Valley, il Grand Canyon, Los Angeles e la costa californiana da Pismo Beach a Monterey.

Continue Reading

Africa, Hotel

LITTLE ONGAVA

Seguire le tracce di un rinoceronte bianco,
fare colazione insieme a una giraffa,
ritrovarsi di fronte a un giovane leone che attende l’età adulta
per diventare il Re della Savana.

Continue Reading

Emirati Arabi, Viaggi

OMAN: seconda puntata

BEAUTY HAS AN ADDRESS
La seconda puntata
Un articolo scritto grazie all’AperiTravel in Oman curato da Paola Cerri (Ufficio del Turismo del Sultanato dell’Oman)
e Maurizio Vergani (Manager di Prodotto Emirati di Hotelplan Italia). 

1001-Chateaux-4

Nakhal Fort

Abbandonando la costa dell’Oman e spostandosi verso l’interno il primo luogo in cui si approda è Nakhal, uno dei forti più importanti del Paese. Nakhal è una vera e propria fortezza a circa centoventi chilometri dalla capitale Muscat. La sua particolarità è che è letteralmente circondato dalle verdi piantagioni di palme da dattero. Uno scatto dall’alto di questo forte potrà rappresentare una foto ricordo memorabile. Da quì raggiungere Nizwa è un’attimo. Nizwa, antica capitale del Sultanato, è una delle più famose città fortificate dell’Oman e una delle più fotografate che risale al periodo della colonizzazione portoghese del lontano cinquecento. Dalle sue torri si può ammirare un panorama incredibile, visitarle vuol dire ritrovarsi nel bel mezzo di un’oasi desertica racchiusa tra montagne e palmeti e osservare dall’alto l’antica cittadina in cui ancora si svolge il mercato del bestiame. Capitando a Nizwa proprio di giovedì è infatti possibile partecipare a questo mercato (famoso anche per i suoi preziosi argenti e per l’antiquariato) e conoscere qualche beduino del deserto che fa tappa quì come appuntamento fisso.

Continue Reading

Europa, Hotel

La Finestra sul Fiume

Valeggio sul Mincio, Verona, Italy

“Per evadere, per meravigliarsi, per perdersi… e per ritrovarsi!”

bed-and-breakfast

La Finestra sul Fiume

Tempo fa cercando un hotel romantico per un week end d’amore di miei clienti, mi sono imbattuta in questo piccolo Bed & Breakfast immerso in un parco naturale vicino Verona…mi ritrovari a scoprire un vero e proprio paradiso di pace per chi cerca un angolo di serenità e calma interiore. Il nome di questo luogo non è a caso: chi ci soggiorna si sveglia davvero guardando da una finestra che da sul fiume Mincio, uno dei più puliti che abbiamo in Italia e uno dei più mistici grazie alla sua capacità di far affiorare alla mente analogie con il passato e, perchè no, con la magia. Magia che appartiene a questo posto da quando fu costruito nel Quattrocento e che permane ancora oggi dopo l’attenta ristrutturazione degli ultimi anni.

Continue Reading

Caraibi, Viaggi

BAHAMAS

shutterstock_153087326

 Oltre settecento isole paradisiache di cui solo la minima parte abitata.
Casinò e negozi duty free in contrapposizione a
spiagge deserte e tesori di pirati ancora da scoprire.

mappa

Arcipelago di Bahamas

Una splendida coppia di clienti innamorati mi ha chiesto di organizzare un bel viaggio a cavallo di una fiera a Las Vegas di gennaio, a cavallo con Capodanno. Miami…la destinazione prescelta per l’attesa del nuovo anno, Key West…per vederla e dire “wow, ne è valsa lama pena!”, e poi? Poi dove trascorrere altri giorni di relax prima di rientrare? Dove poter trovare un bel mare a poche ore di volo da Miami che gli permettesse di staccare la spina dal muro della routine quotidiana e vivere giorni di relax? La risposta loro la sapevano già in realtà….perchè volevano andare alle Isole Bahamas. Questo mi ha permesso di approfondirle, e di scoprire che Bahamas in realtà sono lontane dai luoghi comuni, lontane dai classici stereotipi americani, lontane dal turismo di massa (sì confermo, molte di loro non sono nemmeno abitate!), lontane da quei preconcetti che ci fanno immaginare Bahamas come un posto in cui vanno a svernare i “viva McDonalds” americani….Bahamas sono molto di più, e con questo articolo mi auguro di trasmettervi quello che un soggiorno a Bahamas può regalare.

eleuthera

Eleuthera

Oltre settecento isolotti di sabbia bianca e vegetazione rigogliosa  sparsi in un mare color turchese vanno a creare un arcipelago da sogno per ogni tipo di viaggiatore. Sull’isola principale di New Providence si trova Nassau, la capitale: casinò, grandi hotel, negozi di lusso, locali e ristoranti alla moda regalano ai viaggiatori momenti di svago e divertimento. Ma sulle altre isole la natura incontaminata diventa la protagonista principale e le attività che vi si svolgono sono rivolte esclusivamente alla sua scoperta. Quindi isole come Nassau (o New Providence) e Grand Bahama regalano shopping sfrenato e bella vita, mentre le altre Out Island (Eleuthera, Exuma, Abaco, Harbour Island,…) regalano paradisi tropicali con sterminate spiagge bianchissime, mare turchese e tesori di pirati ancora da scoprire. Sì, Bahamas è davvero una vacanza per ogni tipo di viaggiatore ma soprattutto, permette ad ogni viaggiatore di vivere tutti i suoi lati emotivi!

202704644

Ma parliamo ora nello specifico delle singole isole più importanti, e diamo un aggettivo Giraffa a ognuna di esse…

Nassau: vivace. La città principale, la capitale. Fondata nel Seicento dagli inglesi, molto presto diventò rifugio e casa di pirati e corsari neri. La sua cittadina è davvero vivace e nasconde tra le sue vie, come la bella Bay Street, un centro storico caratteristico da visitare. E poi negozi (duty free….), ristoranti, locali, discoteche, …. Nassau ad ogni modo ha anche una bellissima spiaggia su cui rilassarsi: la Cable Beach, a pochi chilometri dalla capitale. Questa spiaggia è ricca di resort internazionali, casinò e vita notturna.

nassau

Nassau

Paradise Island: commerciale. Piccola isoletta collegata da due ponti. Spiagge bianche. Famosi resort vi prendono casa e uno di questi l’Atlantis Waterscape, il più grande acquario all’aperto del mondo. Quì si potranno fare incontri ravvicinati del terzo tipo con….i delfini, al Dolphin Encounters e al Blue Lagoon Island per toccarli con le dita. Trascorrere delle giornate in quest’isola vuol dire non volersi far mancare nulla…e optare per alti standard qualitativi di hotel e una vita all’insegna del lusso.

Grand Bahama: attiva. Un’isola che regala un cocktail perfetto fatto di resort internazionali, negozi e locali…con piccoli villaggi di pescatori, luoghi incontaminati e bellissime spiagge. Un luogo ideale per gli appassionati di sport acquatici e non: crociere alla scoperta del mare, immersioni e snorkeling, nuotate con i delfini. Ci sono inoltre tre parchi naturali dove poter scoprire da vicino la strepitosa fauna e la lussureggiante flora delle Bahamas. Da quì si possono poi noleggiare biciclette a motore per andare ad addentrarsi nei meandri di questa splendida isola scoprendo parchi naturali di mangrovie, grotte nascoste e spiagge meravigliose. Un’altra escursione possibile…?…a cavallo sulla spiaggia!

Eleuthera: romantica. Appartenente all’arcipelago delle Family Island di Bahamas, Eleuthera è una lunga e stretta striscia di terra. Bagnate dal mare interminabili spiagge di sabbia finissima si perdono nelle colline dell’entroterra creando panorami mozzafiato. Infinite calette isolate in cui trascorrere pomeriggi in solitaria, ameni villaggi dove perdersi a parlare con un pescatore, piccoli boutique hotel sulla spiaggia che renderanno indimenticabile il soggiorno (obbligato) su questa strepitosa isola che merita a pieno titolo l’aggettivo di romantica per eccellenza! Tra le sue spiagge più belle è famosa la Lighthouse Beach dove riposano le rovine di una vecchia chiesa anglicana. Da Eleuthera poi si può raggiungere facilmente Harbour Island, un isoletta tranquilla e isolata in cui effettuare bellissime immersioni, snorkeling, pesca d’altura, o solo del caro e amato relax…sulle spiagge tra le più belle del mondo: le spiagge di colore rosa.

harbour island

Harbour Island

Isole Exuma: avventuriere. Anch’ esse appartenenti all’arcipelago delle Family Island, sono “sorelle” collegate  da un ponte. Great & Little Exuma sono tra le più verdi isole di Bahamas, il mare è spesso calmo e rappresentano un vero e proprio paradiso vivente per gli amanti della barca a vela. Ma le sorelle Exuma non saranno un sogno realizzato solo per i velisti, lo saranno anche per i pescatori e per i sub…che quì potranno vedersela con squali, marlin giganti e fondali straordinari nella riserva marina di Exuma Cay Land & Sea Park.

Andros: incomparabile. La più grande di Bahamas ma la più lontana dal turismo di massa. La più estesa in termini di dimensioni ma la meno sviluppata a livello di ricettività. Quì, il vero viaggiatore potrà riscoprire se stesso in una parte del nostro Pianeta Terra ancora semi vergine. Un’isola in cui perdersi per poi ritrovarsi, un’isola in cui riscoprire il rispetto perduto per Madre Natura, un’isola in cui le giornate scorrono senza orologio e si perdono nel tempo. Un soggiorno quì …. è un sogno per chiunque! Nelle acque che lambiscono Andros si trova la terza barriera corallina più grande del mondo. E proprio da quì, si può partire alla scoperta di uno degli spettacoli naturali più famosi di Bahamas: i Blue Holes, veri e propri buchi nel mare formati da grotte sottomarine che regalano le più sensazionali ed indimenticabili attività di diving.

blue hole andros

Blue Hole

Bimini: poetica. Ernest Hemingway trovò l’ispirazione e scrisse uno dei suoi migliori libri: “Isole nella Corrente”. Hemingway non fu il solo ad accorgersi delle potenzialità nascoste in quest’isola, chiunque vi ci si rechi scoprirà che nulla può essere paragonato alle bellezze di un mare azzurro, di una spiaggia bianca sconfinata, di una natura che di per sé è poesia. Bimini è ideale per chi vuole vivere questa natura con una maschera e un boccaglio oppure a bordo di un kaiak a girovagare tra foreste di mangrovie.

bimini

Bimini

Abaco: emozionante. da visitare solo per andare a scoprire le emozioni che regala una delle spiagge giudicate dalla rivista Caribbean Travel & Life tra le più belle del mondo. Ma non è famosa solo per le spiagge, è famosa anche perché ad Abaco c’è un faro che guarda e illumina il mare. Un faro su cui si può salire e ammirare lo straordinario spettacolo delle isole Bahamas.

Queste descritte sono solo una piccolissima parte delle numerosissime isole di Bahamas. I miei clienti hanno scelto di scoprire la magia di questo luogo optando per un cocktail chiamato “Incomparabile romanticismo vivace“….cos’hanno scelto? Nassau, Eleuthera e Andros! Al loro ritorno….so che i loro cuori saranno pieni di ricordi indelebili e il loro viaggio sarà stata un’esperienza unica e indimenticabile!

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Africa, Oceano Indiano, Viaggi

MAURITIUS

mauritius_header05

Mauritius

Un’isola fatta di non solo mare.
Un’isola dove vivere intense emozioni.
Un’isola il cui sinonimo è Sorriso.

mauritius_le_paradis_1

Le Morne

L’isola di Mauritius spesso viene considerata solo come meta balneare in cui si possono trovare solo spiagge bianche e mare cristallino. Questa cosa è verissima, ma in quest’articolo spero di riuscire a trasmettere che Mauritius è molto di più. Mauritius è un tappeto verde di vegetazione lussureggiante bagnata dalle acque dell’Oceano Indiano, sinonimo per eccellenza di mare meraviglioso. Al centro di questo tappeto verde sorgono montagne che regalano a chi le scopre paesaggi sconfinati di bellezza mozzafiato. Parchi con terre di sabbia e argilla che assumono colorazioni diverse in base alla luce del sole, cascate nascoste tra alberi secolari, punti di trekking indimenticabili e luoghi nascosti che lasciano senza fiato i più grandi naturalisti.

mauritius_header03

Terra dai sette colori

Mauritius è un’isola piccola, in un’ora e mezza la si attraversa tutta e ha un solo aeroporto, servito dalle migliori compagnie aeree (solo Emirates ha oltre ottocento posti giornalieri che volano quì). Mauritius è una meta perfetta per noi italiani. Perchè Mauritius va bene nel nostro inverno, quando quì ci sono due gradi…là ce ne sono trentadue! Ma va bene anche durante la nostra estate, perchè la sera le temperature scendono a venti gradi e per chi non ama dormire con l’aria condizionata è il luogo perfetto. Mauritius ultimamente è stata definita come una rotta degli europei migratori che, come gli uccelli migrano a ovest d’inverno, vanno a svernare in questo paradiso dell’Oceano Indiano.

Mauritius_trekking_hiking_activity_

Trekking

Mark Twain descrisse Mauritius come il Paradiso terrestre, e aveva ragione! Natura selvaggia, spiagge di sabbia bianchissima, mare cristallino, mille escursioni possibili…ma anche infrastrutture e strade asfaltate che permettono di girarla in libertà e sicurezza…questo fa di Mauritius una meta perfetta per ogni tipo di viaggiatore. Perfetta per una coppia in viaggio di nozze (molte offerte prevedono sconti pazzeschi, paga solo lui…lei è gratis) o per rinnovare una promessa con i piedi nel bagnasciuga, perfetta per amici che vogliono relax e divertimento, perfetta per i naturalisti, perfetta per i golfisti che vogliono fare buca in uno scenario a picco sul mare,  perfetta per le famiglie…perchè solo a Mauritius un bimbo può guardare una puntata di Peppa Pig in spiaggia sotto le stelle in un cinema all’aperto solo per lui.

villa pool saint gerei

Pool Villa al One&Only Le Saint Geran

A Mauritius ci sono infinite tipologie di soluzioni alberghiere per soddisfare tutte le esigenze e tutte le tasche. Dal semplice Bed & Breakfats nella capitale Port Louis, a resort di lusso delle più prestigiose catene alberghiere come Constance, Beachcomber o  One & Only. Si possono trovare camere doppie semplici, o vere e proprie ville sulla spiaggia capaci di ospitare famiglie fino a otto persone! E poi a Mauritius le spiagge sono pubbliche…quindi si possono fare passeggiate chilometriche in riva al mare o scegliere il tratto di costa che più piace e piazzarsi con il telo. E poi lo snorkeling, o il diving con centri PADI pronti a portare ovunque i propri clienti. Tutto questo, sempre con il sorriso. Perché quest’isola è l’isola del sorriso….tutti sorridono a Mauritus, e quando torni a casa….scopri che anche tu sorridi di più!

mauritius_header02

L’isola dei conigli

A Mauritius puoi girare con i tuk tuk, mezzi locali, oppure puoi noleggiare una macchina (come avevo fatto io) e scoprirla da solo sapendo che sei in un luogo sicuro e protetto. E puoi scoprire la sua bella Port Louis facendo un guro al mercato del pesce e delle spezie, e magari farlo accompagnando una signora creola con la quale fai la spesa per poi andare a casa sua e preparare il pranzo insieme! Altrimenti, puoi scoprire un giardino botanico di oltre venti chilometri quadrati. A Mauritius puoi anche fare una passeggiata con i leoni, da non credere!

mauritius_header04

Insomma…..Mauritius è un’isola da osservare a trecentosessanta gradi per scoprire che chiunque tu sia…..è la tua destinazione perfetta! 

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Africa, Viaggi

KENYA

Insolito Kenya

Un Kenya che non ti aspetti,
un Kenya autentico lontano dai luoghi comuni,

un Kenya tutto da scoprire.
Perché i luoghi non sempre sono come ce li aspettavamo.

timthumb

Safari in bicicletta

Un viaggio che parte con un volo su Nairobi e si addentra nei meandri più sconosciuti di una delle terre più belle del mondo. Un viaggio alla scoperta di un Paese di cui si conosce ancora molto poco. Un viaggio in Kenya, dove gli animali vivono liberi e detengono il diritto di cittadinanza proprio come gli esseri umani.

homebannerimg2 (1)

Experience Magical Kenya

Il Kenya non è soltanto luogo di mare a Watamu e Diani, di piccoli safari giornalieri nel Parco Tsavo, di villaggi con animatori italiani e masai globalizzati che nel taschino hanno nascosto l’IPhone. Il Kenya che questo articolo vuole presentare, è un Kenya dove poter fare safari tra i Big Five in groppa ad un cavallo, dove si può scorgere un elefante sulla riva di un fiume in cui si sta facendo rafting, dove scopri la savana in mountain bike o scali una montagna facendo trekking, un Kenya dove se giochi a golf puoi avere i migliori campi nascosti, dove gli animali (a differenza del Sud Africa) vivono liberi e in quantità enormi.

grwat

Great Reef Valley

Un viaggio nel Kenya autentico prevede un soggiorno nella Great Rift Valley: un’immensa fossa tettonica che partendo dalla Siria e terminando nel Mozambico, attraversa il Kenya e lo taglia con una valle larga fino a quaranta chilometri. Questa ferita ha permesso all’acqua di fuoriuscire dalla terra dando luogo, a 1.900 metri di altezza, a sconfinate valli di fiori e vegetazione rigogliosa. Quì sorge uno dei quarantotto golf club dell’Africa. Si gioca a quasi duemila metri di altitudine. Si possono inoltre fare safari a piedi, o a cavallo…piuttosto che nelle solite auto o jeep. In queste zone troviamo i laghi più spettacolari di tutta l’Africa, risultati da queste fratture nel terreno, alcuni di acqua dolce e altri salata, pieni zeppi di fenicotteri rosa e animali che si avvicinano alle loro acque per abbeverarsi.

kingfisher_ke

Birdwatching

Un altro safari a piedi o addirittura in bicicletta è quello all’interno dell’Hell’s Gate National Park. Con i suoi canyon che scendono in profondità si possono organizzare arrampicate o giornate di trekking a contatto con una natura emozionante. Spostandosi verso gli altopiani occidentali si scopriranno piantagioni di caffè e tè o luoghi in cui i birdwatcher perderanno la testa. Esiste infatti una foresta in cui sono presenti trecento tipi di volatili diversi e ben quattrocento tipi  di farfalle! Ma non è finita: anche gli amanti della corsa troveranno quì il loro paradiso perfetto. Esistono infatti campi di addestramento alla maratona che abbinano giornate in campi pratica e poi in safari.

Testo0218

Safari a cavallo

E se vi dicessi che in Kenya si fanno escursioni addirittura in cammello? Eh sì, sulle rive del Lago Turkana si scopre un paesaggio lunare e solitario, dal singolare interesse antropologico, che si può percorrere su due gobbe. Un magico e mistico lago che viene chiamato dai locali “lago di giada” con tre isole al suo centro tutte da scoprire. Di tutte le cinquantadue tribù indigene kenyote, le principali si trovano proprio intorno a questo lago. Ed è anche quì che è stato rinvenuto il Turkana Boy, ominide del Peistocene.

308

Tribù Samburu, Lago Turkana

Se del Kenya l’immaginario comune è fatto di resort sulla spiaggia e campi in muratura dei parchi, nelle riserve del Nord si scopre qualcosa di diverso. Non esistono strutture in cemento, ma solo campi tendati e lodge il cui estremo lusso è dato dalla natura e dal servizio esclusivo che riservano per i loro ospiti. Sono infatti costruiti in punti strategici lungo corsi d’acqua per permettere a chi vi si reca di vedere molti più animali di quanti ne potesse immaginare. Una giornata tipo in uno di questi lodge prevede una sveglia all’alba con colazione servita in camera, un game drive guidato alla ricerca dell’animale preferito (qui i ranger non ti portano a casa finché non sono riusciti a farti vedere l’animale che preferisci), pranzo e relax, e poi di nuovo game drive il quale a volte può addirittura essere organizzato in notturna. Questi lodge ospitano al massimo venti persone, i safari sono organizzati in fuoristrada lungo percorsi non segnati…ci si addentra quindi all’interno alla scoperta di ogni punto dei parchi seguendo non percorsi ma odori e segnali lasciati dagli animali. Ecco un assaggio di quello che rappresenta il Meru National Park.

elsas-kopje-02_940_529_80_s_c1

Meru National Park

Da scoprire ci sarà anche il fiume Tana, il più grande fiume del Kenya su cui poter fare rafting; la bianca vetta del Monte Kenya; oppure si può scoprire la Toscana del Kenya: Laikipia. Si atterra con un piccolo aeromobile lungo una striscia di terra rossa e ci si ritrova circondati da giraffe e zebre. Quì questi animali stanno ai locali come cani gatti stanno a noi occidentali. L’ancestralità di questi luoghi ti fa piombare in un altro mondo parallelo e ti scatena il cosiddetto Mal d’Africa. Anche quì i safari si potranno fare a cavallo, tornando poi a dormire in piccoli lodge circondati da colline verdeggianti. E quì si può dormire in uno dei pochi hotel da milioni di stelle in uno starbed: una casa sull’albero con un letto a ruote che puoi portare dove vuoi e dormire sotto le stelle.

Nkwichi-Lodge-Star-Bed

Starbed

Esiste in Kenya un lodge particolare sui monti Aberdares, uno degli ultimi parchi ad ospitare il rinoceronte nero est africano. Esiste un lodge che per ogni camera ha una campanella la quale viene suonata ogni volta che dalla finestra si vede avvicinarsi alle acque che lambiscono le fondamenta uno dei big five…notti in bianco che rimarranno indelebili nella memoria perchè trascorse a scorgere e ammirare animali che ti si avvicinano nel cuore della notte.

abersdare

Rinoceronte bianco

Terminati giorni di scoperte e avventure, il Kenya regala ai suoi ospiti un soggiorno mare indimenticabile. Se si vuole stare lontani dalle famose Diani e Watamu, questo Paese vi porta a Lamu: il mare con personalità. Sulle spiagge di questa zona sorge una cittadina dove non esistono auto ma solo asini, e quindi taxi-asino. Si respira un clima arabeggiante portato dai tempi delle colonizzazioni. Quì si trovano solo piccoli hotel di charme e raccolti hotel tutti in stile ecosolidale.

lamu

Lamu

Per i più tradizionali invece, il mare lo si potrà fare lungo le bianche spiagge di Diani o vicini all’animata Malindi. Oppure, per trovare esclusività, lo si potrà fare su un’isola privata sul quale sorge un eco resort esclusivo e unico nel suo genere: il preferito della Giraffa, il The Sands at Chale.

maramigrationimg1

Mara Park migration

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com