Browsing Tag

Indonesia

Hotel, Oriente

TUGU BALI

Bali, Indonesia

Scoprire uno dei luoghi più romantici di Bali.
Un piccolo paradiso sulla nostra terra.
Un regno dove si è trasportati
nel luogo più sentimentale dell’isola.

Si tratta di un albergo situato sull’ incontaminata spiaggia di Canggu, una quieta distesa di sabbia chiara vicina ad un pittoresco villaggio di pescatori nella costa sud ovest di Bali. Si tratta del Tugu Bali Hotel. Circondato dal bisbiglio emanato da campi di riso, adiacente al mistico tempio Batu Bolong, il Tugu Bali è stato costruito con una passione sfrenata per la bellezza romantica dell’arte, della storia e della cultura di Bali. Una vasta collezione di inestimabili antichità indonesiane e oggetti d’arte ornano l’hotel, miscelando la purezza tropicale ad un ambiente fuori dall’ordinario. Il Tugu Bali è di proprietà di un indonesiano che dal 1960 ha collezionato antichità, creando così una casa per la più grande collezione d’arte del Sudest Asiatico.

WAHA-C22

Dedari Suite

 

Chi sceglierà questo magico albergo come alloggio per il suo viaggio in Indonesia, si ritroverà catapultato in una nuova dimensione, dove il mistico e l’incanto prenderanno il sopravvento per cambiare la sua visione della realtà. Entrando in albergo, si ritroverà di fronte ad un gigantesco Garuda di legno di quasi cinque metri di altezza, e ne sarà sopraffatto. La Bale Agung, l’edificio principale che contiene questo gigante, nonché l’ingresso al Tugu Bali, lo accoglierà in un giardino tropicale fatto di stagni di fiori di loto di una bellezza più unica che rara.

Lobby (3)

Il gigantesco Garuda della lobby

 

A prescindere da quale stanza sceglierà per il suo soggiorno, si ritroverà in una suite indipendente e nascosta dal resto della struttura, circondato da lussureggianti giardini tropicali e stagni di fiori di loto che guardano all’Oceano Indiano e ai suoi tramonti. A pochi passi dal suo letto, avrà una spiaggia paradisiaca. Si ritroverà in un luogo in cui, anche se stracolmo di ospiti, gli sembrerà di essere da solo isolato dal resto del mondo. Intimità e riservatezza sono le caratteristiche principali del Tugu Bali.

Dedari (9)

Dedari Suite

 

Potrà ritrovarsi in una Dedari, suite al piano terra con una plunge pool privata e un bagno che per metà sarà all’aperto; oppure in una Rejang, che guarda dritta all’ oceano con un’area spa privata per concedersi relax in ogni momento del soggiorno.

Puri le Mayeur

Puri le Mayeur Suite

 

Oppure potrà scegliere di essere ancora più coccolato e viziato, e allora sceglierà una Puri Le Mayeur Villa. Una vera villa di duecento metri quadri che galleggia sopra stagni di fiori di loto. Se sceglierà lei, avrà scelto la suite più sensuale di tutta Bali. Una suite ispirata in ogni dettaglio alla storia d’amore tra Adrien-Jean Le Mayeur de Merprés, un famoso pittore belga che arrivò sull’isola nel 1932, e Ni Polok, una famosa ballerina balinese di Legong.

Walter Spieces Pavilion.jpg2

Walter Spieces Pavilion Suite

 

Magari, invece, se sarà un inguaribile romantico, potrà soggiornare alla Walter Spies Pavilion, una suite dedicata al poeta tedesco e artista Walter Spies, che ha fatto di Java e Bali la sua casa nel lontano 1920. Un alloggio con pezzi originali della colonizzazione olandese compresa la porta d’entrata, le colorate finestre, e la testata del letto. Si sentirà proprio come lui, perché si ritroverà circondato dai suoi oggetti come la sua vecchia macchina fotografica, i suoi dipinti, le sue foto di quando era piccolo e le lettere originali scritte per la sua famiglia in Germania.

Picnic in Bed (1)

Picnic in Spiaggia

 

Quando arriverà l’ora di mangiare perché comincerà a sentire un po’ di languorino…potrà scegliere di farlo esattamente dove vorrà. Si, ovunque ne avrà voglia. Perché al Tugu Bali gli ospiti sono viziati in ogni singolo momento della giornata. Allora potrà optare per una tavola a lume di candela nascosta tra i lussureggianti giardini, o ad una capanna galleggiante su un lago di loto, o anche ad una soluzione sulla spiaggia a lume di luna e stelle. E potrà farsi servire come un antico principe delle leggende indonesiane da una parata di dodici camerieri in livrea.

PEKA-18

Gubuk Ngelamun Leha-Leha

 

Quello che però farà, se seguirà il mio consiglio, sarà di cenare al Bale Sutra. Un antico tempio vecchio trecento anni in cui la cena viene servita in una sala rossa a lume di mille candele.

Kamar Molek Seger Waras

Spa

 

Il cliente che sceglierà il Tugu Bali, scoprirà qualcosa di inaspettato. Scoprirà che in questo hotel esiste una Spa, la Waroeng Djamoe Spa, che negli ultimi due anni è stata considerata una delle migliori al mondo. Questa rappresenta il fiore all’occhiello dell’hotel. Una Spa che lo riporterà all’autenticità della ricca storia delle Spa dell’isola di Java e Bali, come se si potesse utilizzare una macchina del tempo. Ogni trattamento che sperimenterà sarà basato sui segreti del benessere del mondo orientale, alcuni dei quali oggi ancora sono sconosciuti ai più. Sarà coccolato, amato, viziato e vezzeggiato. Scoprirà massaggi che per farli bisogna cantare un mantra antico quanto l’uomo. Ne scoprirà altri che uniranno al massaggio stesso alcune forme di meditazione buddista del lontano diciottesimo secolo.

Artwork009

Artwork

 

Colui che sceglierà il Tugu Bali come sua casa per un viaggio, si risveglierà ad un nuovo mondo. Vivrà un’esperienza mistica che gli permetterà di assaporare profondamente le emozioni che il mondo orientale può dare. Si sentirà parte di una nuova dimensione, mai scoperta prima. E allora, vorrà sperimentare tutti gli altri hotel di questa unica catena alberghiera: il Tugu Group.

www.tuguhotels.com/bali

Hotel, Oriente

Amanusa

Nusa Dua – Bali, Indonesia

Se ad Amankila scopri la vecchia Bali, ad Amanusa sperimenti la nuova Bali, quella fatta di divertimento, di shopping, di feste sulla spiaggia, di mercatini affollati e di vita notturna. Perché sì, se vai a Bali qualche notte come minimo nella zona sud la bisogna fare! E Aman Resort decide di costruire un resort proprio in questa zona con una speciale peculiarità: la sua capacità di mantenersi nello stile Aman. Fuori dalle sue mura c’è vita frenetica e tanta gente, dentro le mura scopri la serenità e il misticismo dell’Indonesia. Amanusa è un resort adagiato su una verde collina intrisa di giardini fioriti nella zona sud di Nusa Dua. Poco distante dal Bali National Golf si estende verso l’Oceano Indiano, mentre nelle vicinanze ci sono strade di bouganville fiancheggiate da negozi e villaggi turistici lungo la strada. 

RS187_Amanusa - Swimming Pool-scr

Swimming Pool

Rinomata per la sua cucina, la sua vita notturna, lo shopping e il divertimento, la costa meridionale di Bali offre una miriade di opportunità  di esplorazione e scoperta. Dalle città chic di Sanur e Seminyak alle spiagge di Nusa Dua e Kuta, gli ospiti possono sperimentare la vitalità della nuova Bali utilizzando come punto di appoggio un luogo di pace come Amanusa.

RS189_Amanusa - Pool Suite-scr

Pool Suite

La regione di Nusa Dua è da scoprire per le sue strade affollate che sono piene di negozi in cui si vendono tessuti colorati locali, sculture in legno, gioielli, sculture in pietra e dipinti che riflettono le tradizioni artistiche dell’isola. Nusa Dua è piena di bancarelle che offrono cucina tradizionale indonesiana, come il piccante riso fritto e pesce o  il pollo satay . Lungo la spiagge di sabbia bianca si vedono in lontananza verso l’orizzonte centinaia di barche da pesca,  che pian piano diventano rosse fuoco colorate da tramonti indimenticabili. Guardare questo panorama seduti sulla sabbia sotto palme che si inarcano sopra la testa offre un’inestimabile opportunità di scattare una delle foto più belle.

RS182_Amanusa - Beach Club-scr

Beach Club

Amanusa, o isola di pace,  è un resort che domina la vasta distesa di costa che porta all’oceano dall’alto di una collina rigogliosa. L’arredamento è stato influenzato profondamente dalla poesia degli antichi abitanti indonesiani, i chilometri che circondano la struttura sono panorami mozzafiato, l’aria che si respira al suo interno è carica di vita spirituale e pace. Amanusa è un microcosmo rilassante all’interno di Nusa Dua che vuole garantire ai suoi ospiti una tregua dal ritmo frenetico del mondo in generale. Come risultato, le sue stanze sono spaziose e disegnate con colori rilassanti dal beige al marrone, al miele. Tutte e trentacinque hanno il tetto in paglia e letti a baldacchino drappeggiati con veli bianchi, l’attenzione è rivolta a ingredienti essenziali per donare un sonno il più tranquillo possibile. Ogni suite è rinchiusa in un ambiente sensuale e tropicale, soffice muschio e profumati fiori bianchi sono circondati da bouganville rosa. Ognuna ha una terrazza esterna con un divano letto all’ombra di un baldacchino d’altri tempi. I bagni…che per la Giraffa sono la parte fondamentale di una stanza…sono stati creati per regalare ai loro ospiti un’esperienza di eccellenza.

RS722_Amanusa Villa - Outdoor Bathtub-scr

Suite Outdoor Bathtub

Soggiornare all’Amanusa non vuol dire solo godere dei privilegi di un Aman Resort, significa anche vivere la costa sud di Bali con una bicicletta per rilassarsi, o una crociera verso le isole di vicine di Nusa Penida e Nusa  Lembongan, scoprire i templi circostanti come il Luhur Uluwatu arroccato su un’enorme pietra calcarea a strapiombo sul mare, fare shopping o godersi le spiagge vicine, …soggiornare in questa zona vuol dire vivere la Bali che ti resta nel cuore e alla quale vorrai ritornare.

RS186_Amanusa - Courtyard-scr

Courtyard

La Bali che ti chiedi perché c’hai messo tanto ad andarci. La Bali che tocca una parte del tuo profondo e ci resta per sempre, perché un viaggio a Bali lascia un segno indelebile. E se Bali lascia un segno, l’Amanusa di Bali lascia un’esperienza indimenticabile.

www.amanresorts.com/amanusa

Hotel, Oriente

Amankila

Bali, Indonesia

Un viaggio in Indonesia è sempre un’esperienza emozionale che non può non prevedere una permanenza a Bali. Bali è un’isola da scoprire, da gustare e da vivere. Lontano dai classici itinerari proposti dai principali Tour Operator e agenzie, c’è una zona di Bali che rimane nascosta al turismo di massa. Si potrebbe definire come…la vecchia Bali. Si tratta di un’area ad est dell’isola che fino a un secolo fa era un’antica reggenza: Karangasem. Una delle poche ad essere ancora come un tempo, la reggenza di Karangasem ha continuato a respirare anche dopo la sua quasi totale distruzione da parte dell’eurzione del vulcano Mount Agung. Questa zona, per chi la visita, offre un facile accesso all’incontaminato paesaggio rurale che ha caratterizzato Bali fino all’arrivo del mega turismo. Quì la vita è cambiata di poco nel corso dei secoli.

RS171_Amankila - Mt Agung-scr

Mount Agung

Oggi, la zona di Karangasem regala una parte della sua terra a uno dei resort più emozionali dell’isola di Bali: Amankila. Arroccato su una scogliera che domina la Stretto di Lombok, Amankila (o tranquilla collina) è un paradiso di tranquillità. Chic e sobrio, disegna l’architettura tradizionale della regione, ed è forse una delle mete più romantiche a Bali. Se si vuole, ad Amankila ci si va in elicottero direttamente dall’aeroporto di Denpasar.

RS831_Amankila - Beach Club_Lap Pool-scr

Beach Club

Spaziose ville su palafitte adagiate sulle colline offrono una vista eccezionale tra frangipani e buganvillee, e sono collegati alle strutture del resort da passerelle sopraelevate. Gli ospiti di Amankila possono rilassarsi intorno alla piscina o presso il Beach Club sulla spiaggia.

kila_flower_girls_07_236

Flower Girls

Circondata da alberi di frangipani, la hall di Amankila offre una vista sensazionle vista sull’oceano che bagna le fondmenta del resort. Le trentaquattro palafitte suite free-standing sono nascoste nella vegetazione rigogliosa intorno al villaggio, e tutte vantano un’eccezionale vista sul mare. Per i più esigenti Amankila propone due suite, la Kilasari e la Indrakila. Entrambe con una vista privilegiata sull’oceano, con piscina privata, terrazze con lettini e stagni pieni di gigli e, per concludere, un maggiordomo privato.

RS829_Amankila - Garden Suite Bedroom-scr

Garden Suite

Una gita in bicicletta o in jeep, dello shopping locale basato su antiquariato artigianale, una passeggiata sulla spiaggia, una pennichella in uno dei salottini sulla spiaggia all’ombra di alberi, una lezione di yoga o meditazione, snorkeling o crociere in barca, visita dei villaggi rurali circostanti e delle foreste tropicali fin sù sulle montagne a visitare antichi templi, la giornata di un ospite di Amankila termina con un té allo zenzero indonesiano gustato al pomeriggio nella biblioteca servito da donne locali vestite con parei e kebayas.

RS823_Amankila - Indrakila Suite Private Pool-scr

Indrakila Suite Private Pool

Tra tutti i viaggi che si possono fare in Oriente Amankila permette di farne uno speciale, lontano dal turismo collettivo che sta rovinando i paesaggi incontaminati del nostro mondo. Amankila permette di farlo da viaggiatore, non da turista. Permette di vivere un soggiorno a contatto con la natura e con l’originale vita indonesiana.

www.amanresorts.com/amankila

Hotel, Oriente

Amanwana

Moyo Island, Indonesia

Sempre OrienteIndonesia….perché una volta nella vita bisogna andarci, perché è unica e non ripetibile, perché le emozioni che ti può regalare sono di valore inestimabile. Al di fuori dei classici itinerari che prevedono la grande isola di Java e la famigerata Bali, che tutti ormai conosciamo; al di fuori di quei circuiti meno conosciuti ma sempre battuti come la mistica Lombok e il bellissimo mare di Gili Trawangan; al di fuori dei banali luoghi comuni (anche se l’Indonesia è comunque tutto fuorché banale) esiste un mondo a parte andando verso la parte orientale di questo arcipelago di oltre diciassettemila isole. Esiste un mondo in cui il tempo si è fermato ai tempi della preistoria in un luogo in cui l’uomo non ha ancora avuto la meglio. Esistono paesaggi incontaminati con chilometri di vegetazione intatta, specie animali introvabili, e natura sottomarina che offre alcune delle migliori immersioni e snorkeling del Paese. Esiste questo luogo sulla nostra amata Terra…che si chiama Moyo Island.

RS206_Amanwana - Jungle Tent-scr

Jungle Tent

Parco marino protetto e riserva naturale, Moyo è un’isola di trecentocinquanta chilometri quadrati ad Est dell’isola di Lombok con una vegetazione che va dalla savana alla giungla tropicale e una fauna che varia tra cervi, cinghiali, scimmie macachi, aquile di mare, falchi pescatori, … e se vogliamo parlare del mondo sottomarino…la sua biodiversità è tra le più spettacolari del mondo! Moyo si affaccia sul Mar di Flores e, se qualcuno associa Flores a Komodo, capirà che sì…da Moyo si è molto vicini al più famoso drago preistorico di Komodo: l’unico superstite ancora vivente che ci ricollega ai nostri antenati.

wana_bay_view1_alb

Bay View

Amanwana, o foresta pacifica, è l’unico resort situato sull’isola di Moyo. Credo che questa descrizione possa bastare a capire quanto possa essere incredibile un soggiorno qui. Ma Amanwana non si accontenta di questo, vuole davvero donare ai suoi ospiti un regalo speciale e unico, come solo Aman Resorts sa fare.

Adagiato su una spiaggia incontaminata Amanwana è un rifugio deserto costituito da tende di lusso. Circondato dalle acque turchesi e dalle scogliere del Mar Flores offre un’esperienza di vita in un mondo naturale nella sua forma più diversificata.

wana_bike_trail1_alb

Trekking

Venti tende di lusso con letti a baldacchino e salotto arredato con divani immensi, pavimenti di parquet e finestre di vetro che collegano l’interno con la natura all’esterno. Sentieri di sabbia collegano le tende e portano alla spiaggia e alle aree comuni. Ogni tenda è uguale, differenzia soltanto nella posizione…quella Ocean ti permette di svegliarti guardando le onde del mare.

RS211_Amanwana - Restaurant Lounge Area-scr

Restaurant Lounge

Circondato da foresta pluviale, il resort si affaccia su Amanawana Bay, parco marino protetto dotato delle migliori immersioni e snorkeling dell’Indonesia, adatte sia per i più esperti che per i meno. Tartarughe giganti, morbido corallo rosso, spugne verdi e gialle, miriadi di pesci tropicali rendono iridescente e affascinante questa vita sottomarina. A meno di dieci minuti di barca dal molo si raggiungono i punti di immersione più interessanti, dal muro di fronte alla spiaggia che scende per oltre quaranta metri, alla parete di Labuan Aji Reef, alle correnti di Angel Reef agli intatti giardini di corallo di Ribbon Medang, fino agli squali di Panjang. Per permettere ai suoi ospiti di scoprire il mare che circonda l’isola, Amanwana mette a disposizione varie barche, da yacht di lusso di cinquanta piedi a catamarano ad alta velocita, da un outrigger di venti piedi a un peschereccio per crociere al tramonto.

RS216_Amanwana - Tent Interior-scr

Tent

Ma Amanwana non è solo per chi ama il mondo sommerso, è anche per chi ha bisogno di allontanarsi dalla sua stressante vita quotidiana per immergersi in un paradiso naturale fatto di silenzio e pace. Miriadi di sentieri si irradiano fuori dal resort per permettere escursioni di trekking alla scoperta della natura che lo circonda. Viste panoramiche sul Mar di Flores, villaggi di pescatori, grotte di sette specie diverse di pipistrelli, avvistamento dall’alto di branchi di piccoli squali che nuotano nell’acqua bassa come per dire “Ehi, sono qui guardami!”.

RS196_Amanikan - Exterior-scr

Amanawa Amanikan

Amanwana è da scoprire, da vivere e da sperimentare sulla propria pelle. Amanwana è un luogo in cui bisogna andarci prima o poi. Amanwana è un sogno che diventa realtà in cui la natura diventa amica inseparabile.

www.amanresorts.com/amanwana

Hotel, Oriente

Amanjiwo

Central Java, Indonesia

Nel cuore rurale di Java in Indonesia, tra la nuova capitale Yogyakarta e l’antica Solo, Amanjiwo, anima di pace, celebra le tradizioni artistiche e l’eredità spirituale della cultura giavanese immergendosi in una travolgente aura di un lontano passato maestoso. Guardando dritto al tempio di Borobudur, il più grande monumento buddista di tutti i tempi, Amanjiwo è circondato da una straordinaria bellezza culturale, fisica e spirituale. Dietro di sé ha le mistiche colline Menoreh e, a fianco, quattro vulcani che rendono unico l’orizzonte. Amanjiwo si trova nel centro di un anfiteatro naturale da lasciare senza fiato.

Overview

Un viaggio in Oriente in Indonesia non può non prevedere una tappa nella grande Java, isola selvaggia e tropicale più importante di tutto l’arcipelago, grande quanto l’Inghilterra. Un viaggio in Indonesia non può non prevedere la scoperta un’architettura unica svelata da antichi santuari e maestosi palazzi, lo spettacolo di ballerini e pittori che nascondono un’arte segreta. E un viaggio a Java, non può non prevedere un soggiorno ad Amanjiwo.

Relax Terrace

Un soggiorno ad Amanjiwo rappresenta un vero ritiro spirituale in cui potersi riconnettere con la propria anima interiore. La natura padroneggia in tutto il resort e il silenzio è uno dei componenti principali. Al centro del resort spicca in primo piano un monolite circolare aperto realizzato di parasd yogya, pietra calcarea locale, affiancato da un maestoso colonnato a terrazza che guardando Borobudur rappresenta il ristorante della struttura. Una biblioteca dedicata con una selezione di libri sulla storia dell’Indonesia diventa occasionalmente la sede di lezioni sulla cultura di Java e, periodicamente, si tengono all’interno di una galleria d’arte privata mostre dei più importanti artisti locali.

Swimming Pool

Trenta suite sono pronte ad accogliere i clienti. Suite progettate con la forma di una mezzaluna con tetti a cupola di origine vulcanica, letti sopraelevati rinchiusi tra quattro pilastri, pareti di paras yogya che creano un’atmosfera surreale, materiali e manufatti locali, mobili interamente intagliati a mano, tessuti esotici giavanesi e dipinti d’epoca in vetro. Tutto questo per regalare a chi vi si trova calma e pace interiori. Una parte di queste suite dispongono di una piscina privata, un’altra parte hanno una vista spettacolare sul tempio di Borobudur e sulle verdi colline circostanti, un’altra ancora sulle sacre montagne di Merapi, Merbabu, Sumbing e Sindoro. Per arrivare ad ognuna delle suite si attraversano sentieri in pietra che le collegano alle aree comuni di Amanjiwo. Sentieri che, attraversandoli, si ha la sensazione di tornare indietro nel tempo.

Dining Room

Amanjiwo vuol dire anche scoprire i luoghi magici che lo circondano. Da Borobudur a Mendut, tempio buddista dell’ottavo secolo che sorge in un parco in cui si può partecipare ad una lezione di samadi o meditare con i monaci del vicino monastero. A Prambanan, antico complesso indù che contiene centinaia di templi sparsi attraverso le pianure con il drammatico Loro Jonggrang. Al trekking e alla visita di gallerie d’arte. Alla scoperta dei monumenti religiosi più antichi ed importanti di tutta l’Asia. Ma Amanjiwo vuol dire anche essere ufficialmente invitati ai festeggiamenti dei villaggi rurali locali per un matrimonio, un raccolto o una circoncisione. Festeggiamenti che possono terminare a tarda notte con balli magici che portano in trance.

Suite

Ad Amanjiwo, termini una giornata di questo tipo cenando a lume di candela in una sala da pranzo con un soffitto a foglia d’argento da tenui colori che ricordano la calma. Ceni ad un tavolo di colore nero e ti siedi su poltrone verniciate d’argento con cuscini batik. Godi di una vista panoramica che parte dalle risaie circostanti per arrivare al tempio di Borobudur. Assaggi  una tradizionale selezione di piatti giavanesi Makan Malam serviti su piatti di ottone. Al termine, ti ritiri nella tua stanza e ti chiedi il perché hai aspettato una vita a concederti questo viaggio.

www.amanresorts.com/amanjiwo

Oriente, Viaggi

INDONESIA

borobudur

Borobudur Temple

Misticismo, spiritualità, incanto e romanticismo con un pizzico di magia
sono la ricetta perfetta per un viaggio indimenticabile.

L’indecisione più grande…dove andiamo in viaggio di nozze? Quando questa domanda mi viene posta e mi si chiede un consiglio, si comincia a vagliare insieme le varie destinazioni principali. Ma prima di tutto si sceglie una destinazione in base al periodo…se ci si sposa a luglio e il viaggio lo si fa ad agosto…una delle mete migliori è l’Indonesia. Mistica, per portare la spiritualità nei ricordi di un viaggio; incantata, per portare la magia; sentimentale, per portare il romanticismo; bellissima, per tornare con un ricordo indelebile.

Picnic in Bed (1)

Tugu Bali

Facilmente collegata all’Italia da voli Singapore Airlines, via Singapore, l’Indonesia è una delle mete ultimamente più ambite per lune di miele e viaggi di qualunque tipo. Il periodo ideale è la nostra estate quindi, per i miei clienti sposini a luglio, agosto sarà il loro mese prescelto. Prima tappa: la splendida Bali, per vivere le prime notti di nozze nel lusso di uno degli hotel più romantici…il Tugu Bali (vedi pagina Hotels). Qui trascorreranno due notti nella Walter Spies Pavilion Suite, coccolandosi in un fiore di loto ricordando un amore antico. In questi giorni non faranno niente. Si riposeranno e si godranno un mistico relax più unico che raro.

Poi sarà il momento per cominciare a scoprire cosa l’Indonesia può regalare. Partiranno così alla volta di Flores per dedicare una giornata intera alla ricerca di uno strano animale: il drago di Komodo. Un lucertolone preisotrico endemico della zona. Durante la ricerca si concederanno momenti di relax su spiagge lambite da acque cristalline, mangeranno pesce a bordo di una barca, scopriranno i fondali con maschera e pinne, passeggeranno tra la flora e la fauna di queste isole incontaminate.

Drago di Komodo

Rientreranno su Lombok, isola vicina a Bali, per scoprire cosa l’altro Tugu è in grado di trasmettere soggiorndandovi…alloggeranno al Tugu Lombok. Si perderanno su di un’isola ascetica, un grezzo gioiello fatto di magiche spiagge, foglie che sussurrano al vento e una natura vergine tutta da scoprire. Un giorno andranno a scoprire le acque cristalline delle vicine Gili, e passeggeranno per Gili Trawangan scoprendo come lì si vive in un mondo parallelo. Per loro, verrà naturale a questo punto rallentare i movimenti, ascoltare il silenzio e sperimentare una nuova pace che solo questi luoghi possono trasmettere.

Ma di Bali avranno visto troppo poco, allora sarà d’obbligo tornarci dopo Lombok, e per farla bene dovranno andare al suo centro: a Ubud. Soggiorneranno al  Warwick Ibah Luxury Villas & Spa e sceglieranno una Royal Suite che guarderà sul verde spirituale delle colline circostanti. Mistici vulcani, misteriose foreste di scimmie, sensuali danze locali, templi spirituali a strapiombo sul mare…questa sarà una piccola parte della loro grande Bali.

Warwik Ibah, Ubud

A questo punto, dopo il meritato riposo, partiranno per scoprire la grande isola di Giava. Da Yogyakarta come base di appoggio andranno alla scoperta di favolosi templi tra cui il più famoso di Borobudur, da vedere all’alba, i templi Prambanan, Cetoh e Sukuh. Scopriranno anche la bellissima città di Solo con i suoi palazzi e il suo mercato Triwindhu. Ceneranno al Purawisata accompagnati da danze locali.

Terminata la scoperta dei luoghi più belli dell’Indonesia, si concederanno gli ultimi giorni del loro viaggio in totale rilassamento con i piedi a mollo in acque coralline. Andranno all’isoletta di Kura Kura. Picccolo atollino con un solo eco resort, circondata da mare cristallino, mangrovie e palme. Soltanto quindici bungalow stile Robinson Crusoe e venti ville, bandita televisione e ogni tipo di distrazione dal relax totale. Immersioni, snorkeling, tintarella, riposini all’ombra di fronde, massaggi nella Spa e giornate da naufraghi di lusso….saranno i ricordi che quest’isola lascerà nei cuori dei miei giovani sposini!

Kura Kura

Al rientro…qualcosa avrà cambiato il loro profondo essere e il loro viaggio sarà indimenticabile.

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Hotel, Oriente

TUGU LOMBOK

Isola di Lombok, Indonesia

Una mistica esperienza per rigenerare la propria anima.

˜

C’era una volta, sulla cima di una montagna chiamata Rinjani, la residenza di Batara Guru, capo degli Dei, e delle sue bellissime dee. Un paradiso dove tutti vivevano in pace tra loro.

Il mare di fronte alla costa di Sire, ai piedi della montagna, era abitato da terribili draghi, comandati dal regno del Dragone dei Mari, uno dei più importanti dei degli oceani. Questo re dragone era famoso per avere un giovane figlio dall’aspetto meraviglioso, talmente bello da essere capace di persuadere qualunque essere vivente.

s_n04_0020553720130520639_grande

Monte Rinjani

Una notte di luna piena, le dee di Batara Guru scesero dalla residenza del monte Rinjani fino alla costa di Sire, per porgere gratitudine ai luoghi sacri della costa, comprendendo gli antichi templi Hindu e i luoghi di meditazione del Buddha Mahasobya. In questo viaggio, si fermarono e fecero il bagno nelle calme acque che lambivano la spiaggia di Sire.

Il bellissimo principe figlio del Re Dragone, che stava facendo il bagno nello stesso punto, vide la più bella delle dee. A prima vista, si innamorarono, e decisreo di restare per sempre insieme.

Quando queste ultime tornarono a Rinjani con la notizia dell’abbandono della dea, Batara Guru, il capo di tutti gli dei, fu sconvolto. Mandò Dewa Surya, il Dio del Sole, a persuadere la dea innamorata per farla ritornare a casa, in Paradiso. Dewa Surya, famoso per il suo fascino, apparì ogni giorno inondando la costa di Sire con i suoi raggi più scintillanti per persuadere la dea a fare ritorno a casa, ricordandole le bellezze che rischiava di perdere. Ma quando la dea, per l’ennesima volta, si rifiutò, Dewa Surya chiese aiuto al Dio del vento. Egli mandò brezze leggere che soavemente cantavano delle bellissime canzoni per la dea.

Dewa Surya

Il drago re dei mari fu risvegliato dai suoi sonni da queste melodie e si arrabbiò terribilmente accorgendosi che la dea era stata incantata dalla maestosa alba sopra la spiaggia di Sire, e che aveva deciso lasciare suo figlio per fare ritorno a casa. Il re dei mari non era però in grado di fermare il Dio del sole per smettere di farlo apparire ogni giorno sulla spiaggia, chiese così l’aiuto agli dei Mahasobya per mandarlo via.

Gli dei Mahasobya cercarono di scacciare Dewa Surya con tutte le loro forze, ma questi si rifiutò di partire perché era lì per ordine di Batara Guru. Allora gli dei trovarono una soluzione, e chiesero a tutti i draghi, i cittadini del dio del mare, di comparire a turno sulla spiaggia di Sire non per lottare contro il sorgere del sole, ma per raccontare storie di felicità e amore nate durante il matrimonio tra il principe e la dea. Dewa Surya, commosso dalla bellezza del loro amore, si rese conto di dover fare ritorno al Paradiso da dove era venuto. E fu così che i due amanti, vissero felici e contenti.

˜

Il Tugu Hotel di Lombok è stato ispirato da questa leggenda. Ogni mattina attende sulla spiaggia di Sire le eterne storie d’amore raccontate al Dio del sole, ricordando che esso trionfa su tutto.

Hening Swaraga Spa

 

L’isola di Lombok, a venti minuti di volo ad est di Bali o due ore e mezza di barca veloce attraverso lo stretto di Lombok, è un grezzo gioiello messo in ombra dalla fama della sua sorella maggiore vicina. Magiche spiagge, lunghe e idilliache distese di sabbia bianca, un’isola piena di alberi di palma piegati dal vento con le foglie che sussurrano…Lombok, rispetto a Bali, possiede una natura vergine ancora più spettacolare.

Sleeping-Bhagavat Gita Suite (13)

Bhagavat Gita Suite

 

In questo piccolo paradiso dimenticato sorge il Tugu Hotel Lombok. Situato in una zona incontaminata, con miglia e miglia di vergine sabbia bianca della spiaggia di Sire, nella costa nord ovest dell’isola. Un hotel in cui ci si può perdere in sei ettari di piantagioni di palme, che guardano all’oceano aperto e all’alba sul monte. A soli venti minuti di barca, si raggiungono le isole Gili, tre piccole isole coralline, ciascuna con una superba barriera corallina e brillanti pesci colorati.

Il Tugu Lombok si erge come un monumento per la storia dimenticata, arte e romanticismo di un antico impero, e allo stesso tempo regala un lussuoso paradiso tropicale come nessun altro resort è in grado di fare. Il Tugu Lombok contiene centinaia di originali opere d’arte e antichità collezionate come un amoroso testamento della lunga e dimenticata cultura dell’isola di Lombok.

Puri Dedap Merah Suite

 

Di notte quì, prende il sopravvento l’immagine di un perfetto sogno tropicale: acque scintillanti e ombre che sussurrano tra le foglie di palme che galleggiano sotto un’argentata luna piena e milioni di stelle. Ogni stanza dell’hotel da direttamente sulla spiaggia.

A 5286

Chi sceglierà di soggiornare al Tugu Lombok, si ritroverà con un bicchiere di champagne a mollo nella sua plunge pool privata a forma di un petalo di Dadap Merah scavato nel terreno, in grado di rievocare pace e relax. I Dadap Merah sono alberi che crescono in soli dodici mesi dopo una cerimonia dedicata alla statua dei Buddha Mahaksobya. Si ritroverà quindi a fluttuare in mistica una bolla d’acqua in grado di suscitare nuovi sentimenti ancora inesplorati in lui. Potrà, se in buona compagnia, concedersi una cena romantica come non mai, illuminata solo dalla luce di candele e della luna, nel solarium della sua stanza servito come un principe delle antiche leggende.

Crociera all’alba sulla Naga Mesem

 

Rientrato dalla giornata di mare, nel tardo pomeriggio, avrà a disposizione una massaggiatrice indonesiana che lo coccolerà nella Spa privata della suite, guardando il mare e la lussureggiante natura davanti a lui prima di chiudere gli occhi e sognare il Paradiso. Dormirà sonni tranquilli in lenzuola a ornate da delicati ricami cinesi, ammirerà le opere d’arte di una collezione esclusiva di antichità dalle isole di Madura, Java e Bali. Scrutando le pareti, scoprirà come un esploratore antichi disegni di Java che rappresentano le avventure e i viaggi del re Hayam Wuruk. Colui che sceglierà il Tugu Lombok come hotel in cui risiedere, scoprirà un perfetto luogo di riposo per l’anima.

TUGU LOMBOK (2)

The Beach

 

Durante una giornata uggiosa o semplicemente annoiata, potrà dedicarsi ai trattamenti di bellezza e ai luoghi per rigenerarsi, all’interno di una mistica e alquanto inaspettata Spa. Con una natura strepitosa da lasciare senza fiato, le acque calme dell’oceano vicino e una mistica vista del monte Rinjani, la Spa del Tugu di Lombok gli garantirà la quintessenza della beatitudine e del benessere, per il suo corpo e per la sua anima. Il tempio della Spa Hening Swarga inviterà la brezza dell’oceano indiano ad entrare al suo interno. Sottili profumi di incenso e di fiori tropicali penetreranno le sue narici e lo invaderanno di piacere per tutti i sensi. Nel suo silenzio, sentirà la musica paradisiaca di Bhagavat Gita, cantata dagli dei e dalle dee, come ai tempi dell’impero Majapahit.

Puri Dedap Merah Suite

 

La Spa Hening Swaraga consiste in un gigantesco tempio all’aria aperta con angoli illuminati da lampade ad olio, una gigante jacuzzi che guarda all’Oceano Indiano, a templi di centinaia di anni fa, e a scalinate che portano al loro ingresso. In questi luoghi l’ospite del Tugu Lombok potrà vivere magiche cene sotto le stelle, corsi di yoga e corsi di meditazione che si terranno accanto alla torre delle statue di Singhasari e Majapahit alte centottanta metri sopra il livello del mare, circondate da palme.

Galleria d’arte

 

Al Tugu Lombok sono a centinaia le attività potrà scegliere nell’arco del suo soggiorno, da una tradizionale scuola di cucina, un’unica esperienza di vita che copre centinaia di anni fatta di umiltà e esotica ricchezza della cucina indonesiana, ad un romantico picnic all’alba su una barca privata, un’esperienza indimenticabile per iniziare la giornata guardando sorgere il sole dietro al Monte Rinjani, su un tradizionale barcone con la testa di un drago, il Naga Mesem. Potrà farsi insegnare come preparare un Djamoe, un cocktail di erbe e spezie utilizzato come pozione per la guarigione e il ringiovanimento, o potrà invece andare a Gili Trawangan per assistere alla nascita delle tartarughe. Parteciperà a una lezione sulla coltivazione delle perle e a una lezione di danza Gendang Beleg. Farà trekking per la foresta delle scimmie, fino alla spiaggia di Sengigi, alle colline di Pemenang, al villaggio di Trengan, al monte Rinjani.

Bhagavat Gita Suite

 

Si sentirà una nuova persona al rientro dal suo viaggio, perché il soggiorno al Tugu Lombok gli avrà fatto scoprire qualcosa che dentro di lui era ancora nascosto, avrà scoperto di essere migliore.

 www.tuguhotels.com/lombok

Oriente, Viaggi

ORIENTE

Tempio Borobudur, Giava

Indonesia, Malesya e Thailandia.
Tre come numero perfetto per un viaggio di Nozze nel lusso degli alberghi più belli dell’Oriente.
Una ricetta per un sogno che si può realizzare, con un ingrediente segreto:
la spiritualità.

Dai primi mesi di lavoro in agenzia si sono affezionati a me due clienti molto speciali. Una coppia innamorata, con il desiderio di scoprire il mondo concedendosi il lusso degli alberghi più belli. Fare ricerche sterminate per trovare quella struttura che regala quel qualcosa in più che altre non hanno, che ha una particolarità che la rende unica nel suo genere; immaginare come potranno sentirsi al rientro in camera da una giornata di escursioni, quindi trovare quella che abbia il maggior comfort possibile e la vista più bella; sapere che trovarsi in mezzo ad una natura selvaggia in un piccolo eco resort è un’emozione che lascia senza fiato;…questo è il mio impegno per loro. Provate ad immaginare quando, un pomeriggio, sono entrati mano nella mano e mi hanno guardato con gli occhi a cuore dicendo “Ci sposiamo! Comincia ad organizzare la nostra Luna di Miele!” Che emozione. Che gioia. Il loro doveva essere qualcosa di speciale, un viaggio unico ed irripetibile. E organizzarlo, per me, sarebbe stata una delle esperienze più belle in anni di lavoro.

Il viaggio di Nozze dei miei clienti avrebbe dovuto avere un sapore esotico, un lusso ricercato, una natura incontaminata, una spiritualità zen. La loro destinazione sarebbe stata l’Oriente. L’Oriente magico, quello che ti fa innamorare. Così via al lavoro alla ricerca dei luoghi perfetti!

viceroy bali

Viceroy, Bali

Ho organizzato il loro viaggio con tutto il cuore, immergendomi in quelle speciali sensazioni che avrebbero dovuto vivere. La prima notte di nozze, l’hanno trascorsa al centro di Bali, a Ubud, una regione caratterizzata da una florida natura lussureggiante ricca di templi da scoprire. L’hotel selezionato per loro è stato il Viceroy Bali, un vero santuario per innamorati, piccolo resort immerso nel verde che sovrasta la “Valle dei Re”. La camera era una villa privata di duecentoquaranta metri quadrati arredata unicamente in tipico stile balinese, open space con un terrazzo vista foresta, con una piscina privata e bagni in marmo chiaro. Il giorno seguente un’auto privata è passata a prenderli per portarli a scoprire l’isola di Bali. Trekking tra le ridenti risaie, visita ai templi più importanti, cena romantica al tramonto su uno scoglio a strapiombo sul mare con ballerine kecak.

Amanjiwo, Giava

Secondo step del magico viaggio è stato visitare l’altra parte dell’Indonesia, Giava. Atterrati all’aeroporto principale una macchina è andata a prenderli per portarli in uno degli alberghi più esclusivi del nostro pianeta: l’Amanjiwo di Yogyakarta. Amanjiwo, che significa “anima in pace”, è immerso in una giungla tropicale circondata da quattro imponenti vulcani e dal tempio induista Prambanan, con colazione vista Borobudur. La camera, la Borobudur pool suite, è stato ciò che si può chiamare perfezione in termini di lusso, attenzioni, raffinatezza e sfarzo messi insieme. Fiori e roccia calcarea la dividevano dalla suite vicina, soffitti dipinti in cenere vulcanica, piante fiorite in ogni angolo. L’atmosfera magica e mistica che hanno respirato in questo luogo ha regalato loro immagini eterne. Lui, amante dell’arte, ha potuto ammirare una delle mostre presente all’art Gallery della Hall e prendere un pennello in mano per improvvisare un dipinto su una tela messa a disposizione dall’hotel.

Pool, Amanjiwo

Dopo l’Indonesia, via verso la città delle Twin Towers, la città più grande della Malesia, la città megalopoli di Kuala Lumpur. Il Traders Hotel è stato scelto. Forse non per essere il più lussuoso, ma di sicuro perché è quello con la camera migliore per ammirare le torri, l’Executive Suite Twin Tower View. Si sono svegliati la mattina e si sono fatti portare la colazione a letto, hanno aperto le tende della loro stanza e hanno bevuto un succo d’arancia ammirando uno spettacolo che ha tolto il fiato.

Executive Suite Tower View, Trader Hotel

Visitato una delle città più eccezionali della Malesia, hanno preso un volo per raggiungere una delle zone più spettacolari del nostro amato pianeta: il Borneo. Non era per loro addentrarsi troppo nella foresta selvaggia, quindi il loro soggiorno è stato al Bunga Raya Island Resort & Spa, situato al largo della costa nella baia di Malohom, ideale per rilassarsi al ritorno dalle escursioni private organizzate solo per loro, come la visita Sabah’s (Parco Nazionale di Kotakinabalu di settecentocinquanta chilometri quadrati con la montagna più alta del Sudest Asiatico). Il Bunga Raya è stato scelto perché ideale come punto di appoggio, non tanto per il lusso in sé, ma i novanta metri quadrati dell’esotica e sensuale Double TreeHouse Villa con plunge pool esterna, pavimento e pareti in legno parquet, candele in ogni dove e cene portate in camere servite sul terrazzino privato vista foresta incontaminata credo abbiano anche loro soddisfatto in pieno i gusti dei miei clienti innamorati.

Bunga Raya

Dopo giornate a contatto con la natura, il richiamo della civiltà è scontato, e non è potuta venire a mancare l’unica e spettacolare Singapore. Città-Stato dal sapore coloniale, porto attivo tra i principali del mondo, paradiso per lo shopping sfrenato. Tre notti al Marina Bay Sands Resort sono state la scelta azzeccata. La struttura, tra le più grandi di tutto il continente asiatico, è stato costruito dal famoso Moshe Safdie utilizzando undicimila tonnellate di acciaio. Il lusso non è negli arredamenti essenziali, ma nelle piccole attenzioni e nei dettagli che solo questo albergo è in grado di dare. La camera, con maggiordomo privato, guarda direttamente sullo skyline di Singapore. La hall, con un lampadario di Swarovski appeso a quaranta metri di altezza, fa girare la testa. Essere stati a Singapore, ed aver alloggiato al Marina Bay Sands, è stato di per sé un’esperienza di vita che non dimenticheranno mai.

Rooftop, Marina Bay Sands

Per entrare nella terza parte del viaggio i miei clienti non si sono serviti di un aereo per arrivare a destinazione, ma di un mezzo alternativo: un treno. Si può dire che non si è parlato di un treno qualunque, magari un vagone locale trasandato, ma del Treno per eccellenza: un treno dell’Orient-Express. Un treno che di per sé è una magia, un sogno. Un treno delle fiabe che ricorda Dracula e Agatha Christie. Un treno che da molto tempo è diventato sinonimo di lusso e impeccabilità. Un treno che ricorda un’epoca coloniale passata, con sedie in canna, abiti in lino e tè danzanti. Questo treno, è partito dalla stazione principale di Singapore, ha attraversato Malesia e Thailandia, ed è arrivato alla stazione Bangkok come destinazione finale. Durante il tragitto hanno attraversato la giungla della penisola malese ricca di fiumi e risaie con soste a George Town e navigato il fiume Kwai, ammirato il paesaggio circostante dalla vettura-osservatorio con le note di un pianoforte a creare l’atmosfera romantica che solo questo treno può far vivere. La loro era la Presidential Suite.

Treno Orient Express Belmond

Arrivati alla stazione di Bangkok, un autista in divisa li aspettava con un cartello indicante il loro nome e con una limousine privata li ha scortati verso il loro paradisiaco hotel nel centro della città: il Sukhothai. Hotel immerso in un giardino lussureggiante, arredato con stile in teak e sete thailandesi, camere dotate di ogni comfort e una Spa Botanica in cui si sono rilassati a farsi massaggiare i muscoli stanchi dal viaggio dalle esperti mani di una massaggiatrice qualificata, e detto fra noi…come in Thailandia non ne esistono!

Sukothai

Vista anche Bangkok, la parte conclusiva del viaggio è stata scelta in un vero paradiso terrestre, dove il tempo si ferma e si vive solo di mare e paesaggi, amore e romanticismo. Un resort di eco lusso adagiato su una piccola paradisiaca isola al largo delle coste orientali della Thailandia, il Santhiya Resort & Spa di Koh Phangan. Il resort, membro della Small Luxury Hotels of the World, è costituito da architettura ed ambienti thai che donano una perfetta armonia tra la struttura e la natura circostante. Un soggiorno in questo luogo significa evadere dalla realtà per entrare in un mondo parallelo fatto di tranquillità assoluta e benessere spirituale. I miei clienti si sono fatti coccolare dalla favolosa Spa Ayurvana, hanno nuotato nelle acque di un mare color turchese che si scaglia verso l’infinito, hanno passeggiato nella natura di quest’isola quasi deserta e nella loro stanza hanno bevuto champagne nella piscina privata e guardato le stelle da sdraio del deck personale antistante la camera da letto. La Santhiya Sea View Pool Suite Plus, di oltre cento metri quadrati con piscina e jacuzzi, vista mare e baia dell’hotel, con letto a baldacchino e interni in legno thai, ha completato il viaggio di Nozze più spettacolare e perfetto. Un viaggio di Nozze che resterà per sempre nella memoria del cuore dei miei clienti innamorati, che scopre le parti più nascoste dell’Oriente e si addentra nelle emozioni più profonde che solo lui è in grado di far vivere.

Santhiya Resort Koh Phangan

Spiritualità al centro di tutto, unita da scoperta del segreto, immersione in una natura selvaggia, città metropoli con grattacieli da far girare il capo, conoscenza di nuove culture, relax raffinato e benessere, sono stati gli ingredienti magici di questa ricetta di felicità. Questo viaggio è stato un sogno, ed essere stata io a realizzarlo è ciò che mi fa essere felice.

santi

Santhiya Resort & Spa

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Oriente, Viaggi

BALI

Tempio Bali

Un viaggio alla scoperta di un’isola che appartiene agli Dei.

Sono da sempre stata affascinata ed attratta dall’Oriente, e Bali rappresenta una meta che, prima o poi, dovrò assolutamente visitare! Un giorno vengono da me due ragazzi giovani, che volevano organizzare il oro viaggio di nozze! Le idee come sempre erano tante, si partiva dal Brasile alle Hawaii, dal Canada alla Namibia. Ma il budget non era così alto da poter organizzare un viaggio di quella portata. Così, lancio la mia pulce e parlo dell’Oriente…dopo pochi racconti si sono innamorati dell’idea di trascorrere la loro luna di miele in Indonesia! ‘Tanah Air’ (= Indonesia appunto) vuol dire terra e acqua, si tratta di un immenso arcipelago di isole che si estende su due continenti, è così piena di isole e isolotti che secondo alcuni non si può essere certi del loro numero esatto. Una di queste isole è Bali. La Bali che conosciamo per le sue stoffe, per le sue spiagge da surfisti, per i suoi templi immersi in una vegetazione spettacolare, per la magia che solo in quest’isola riusciamo a percepire e per i suoi abitanti, i balinesi che ti fanno sentire a casa, e voler fare come Javier Bardem in “Mangia, prega e Ama” e restare a Bali per sempre! La prima cosa a cui ho pensato è stato se il periodo fosse ideale, perché da novembre a marzo in Indonesia piove e quando piove in oriente…piove davvero! Ma il loro periodo era l’estate secca, quindi Bali Bali Bali!!!

Una volta arrivati alla capitale Denpasar la mia coppietta di innamorati sarà accolta da un assistente locale e un autista (davvero importante averne uno) e portati in uno dei tanti hotel della costa. Il mio consiglio è stato quello di farli soggiornare in uno dei tanti hotel della zona Jimbaran o Seminyak. Da lì ci sono collegamenti facili per spostarsi nell’isola. Di per sé quest’ultima non è immensa, ma il traffico è davvero tanto e là non trovi Audi o Golf, trovi trattori, carretti, biciclette, motorini, e ogni forma possibile di trasporto compresi asini e bovini! Quindi scegliere l’hotel di partenza a Bali è molto importante. Anche perché di per sé non ha un mare che meriti particolarmente, a meno che tu non ami fare surf! L’unico punto bello è nella zona di Nusa Dua, ma è troppo isolato per poter vivere la vera Bali. Il soggiorno balneare…l’ho organizzato da un’altra parte! Ma di questo parlerò tra poco.

Tornando quindi alle prime notti….per non sbagliare e fargli trascorrere la prima notte di nozze in una camera da favola con vasca in mezzo alla stanza e una vista terrazzo sulla vegetazione che circonda la tua stanza, ho scelto dopo tante ricerche il Tugu Hotel Bali. Da lì sarà comodo per loro spostarsi facilmente per l’isola con la loro guida o da soli con i taxi. Potranno poi perdersi nelle vie e fare mambassa di pezzi di artigianato, batik e dipinti naif; imbucarsi poi in un ristorantino tipico indonesiano a mangiare piatti a base di carne con le sue influenze cinesi che hanno portato il riso come compagno di ogni pasto. Per chi ha tanto tempo a disposizione fare un bel tour dell’isola fermandosi a dormire in vari posti quali Lovina a Nord e Candidasa a Est è un’idea bellissima, ma i miei sposini non ne hanno tantissimo, e così vederanno Bali dal Kupu Kupu per 4 notti. E in base ai gusti, a loro ho lasciato scelta libera in loco, potranno vedere le risaie di Jati Luwi fino al tempio Ulun Danu sul lago Beratan; visitare il più importante e famose tempio di Bali, il Besakih, eretto a mille metri di altitudine sui fianchi del vulcano Agung; visitare il mercato delle verudre, frutta e spezie di Amlapura; e tante, tante altre meravigliose escursioni che regaleranno emozioni uniche. Da lì, tappa obbligata saranno almeno due notti ad Ubud! Ubud è nella parte centrale dell’isola, ed è disperso in mezzo a foreste rigogliose e piante secolari. Se vogliamo parlare di lusso il Royal Pita Maha e il The Viceroy sono sicuramente le struttura perfette, ma per mio gusto personale trovo che siano molto più caratteristiche e piene di fascino l’Ibah Luxury Villas & Spa in Villa Allamanda. Utilizzando come base Ubud i nostri sposini potranno fare trekking fino al tempio Pucak Payogan; andare nella foresta delle scimmie; fare rafting e partecipare a una danza Kecak bevendo un aperitivo seduti su una roccia a strapiombo sul mare all’ora del tramonto!

Pixmac000053271659

Dopo le mille foto scattate nella magica Bali, o tramite un volo interno o via terra e mare, comunque una tratta in catamarano andrà fatta, raggiungeranno una delle due isole vicine…Gili! Gili è famosa per le sue spiagge di sabbia bianca lambite da un mare cristallino, per la sua vegetazione rigogliosa e per l’assoluto relax che un soggiorno in quest’isola è in grado di regalare. Le strutture sono tutte molto semplici, non ci sono hotel di lusso, e l’unico a mio parere che si possa prendere in considerazione è il Villa Almarik Boutique Hotel. Trascorsi i giorni di relax e romanticismo, i miei sposini tornano a casa, ma un viaggio a Bali può proseguire con un paio di notti a Lombok, e bisognerebbe andarci solo per soggiornare al Tugu Lombok, circondato da una lussureggiante vegetazione tropicale con vista sull’oceano e sul Monte Rinjani. Struttura creata per far vivere un’atmosfera di puro romanticismo, eleganza e totale privacy con cene a lume di candela e personale in costume locale. Terminato il soggiorno mare, le scelte sono due: o rientrare su Bali, trascorrere l’ultima notte a Seminyak per fare shopping compulsivo di souvenir e regalini, e rientrare in Italia; oppure…scegliere di fare ancora due notti in un’escursione direi più unica che rara a Flores & Komodo. Due giorni alla scoperta del famoso Drago di Komodo, la più grande lucertola preistorica che abita queste isole.

Terminato questo viaggio e rientrati a casa, i miei giovani innamorati scaricheranno le foto fatte e si rivedranno sorridenti, felici e pervasi dal ricordo di una comunione perfetta di culture differenti, che solo Bali è in grado di avere. Verranno da me e mi faranno vedere quelle immagini…e io sarò felice perché avrò fatto vivere loro un sogno meraviglioso!

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com