Browsing Tag

città

Stati Uniti, Viaggi

CALIFORNIA Fly & Drive con un bimbo

monument-valley

Monument Valley

Due giovani genitori, un bimbo di due anni e un’auto alla scoperta dei luoghi più belli della California e dei suoi dintorni.
Tutto inizia e tutto finisce a San Francisco…passando per lo Yosemite, la Death Valley, la sfavillante Las Vegas, il Bryce Canyon, la Monument Valley, il Grand Canyon, Los Angeles e la costa californiana da Pismo Beach a Monterey.

Continue Reading

Stati Uniti, Viaggi

THE WEST OF U.S.A.

shutterstock_16007131

Un viaggio on the road che parte dalla bella San Francisco,
passa per canyon e valli sconfinate
per arrivare alla sfavillante Las Vegas.
Un viaggio on the road da vivere alla Kerouac…
…senza sapere dove tutto questo porterà…

Sono amici, quelli che questa volta mi hanno chiamato per aiutarli in una consulenza su un viaggio. Il viaggio dell’estate, del mese di agosto dove tutto costa tanto e le spiagge sono brulicanti carnai. Tutto inizia con una telefonata breve e incisiva “Siamo io e la mia fidanzata, vorremmo andare lontano, senza spendere troppo. Vorremmo scoprire nuovi luoghi, conoscere nuove persone, stare a contatto con la natura ma anche divertirci un pò”. I miei pensieri di dirigono immediatamente verso un’unica meta possibile per loro….la parte Ovest degli Stati Uniti.

inconfondibile-ovest_149612675-2000x550

Così comincia un viaggio che parte da San Francisco, la bellissima città diversa da tutte le sue sorelle statiunitensi, giovane, cosmopolita, anticonformista e ribelle. Si fermeranno a dormire in un hotel nella zona di Union Square o Fisherman’s Wharf. Trascorreranno almeno tre o quattro notti per scoprire questa metropoli californiana raccontata da Kerouac e Jack London, dipinta da murales che dagli anni trenta rendono i suoi muri i più fotografati al mondo, progressista, piena di musica e colore.

san-francisco

San Francisco Golden Gate

Il noleggio macchina…? No grazie! perché quì basteranno i cable car, i famosi tram, per permettere ai miei amici di raggiungere i punti principali della città. L’auto a noleggio, magari una bella mustang fiammante, la prenderanno dopo essere atterrati a Las Vegas con il volo da San Francisco. Da quì, il loro viaggio assumerà un sapore diverso. Si tingerà di natura spettacolare e paesaggi mozzafiato partendo in direzione della Navajo Nation Reservation ed entrando all’interno di un parco interamente gestito dai nativi americani…la Monument Valley. I loro occhi si perderanno all’orizzonte ammirando la terra piatta e pianeggiante interrotta a momenti da improvvise formazioni rocciose che si staglieranno rosse come il fuoco contro il cielo blu. Foto, foto e foto sono quelle che vorranno scattare in ogni momento del loro viaggio. Poi si compreranno un bel cappello e magari faranno una passeggiata a cavallo…ritrovandosi catapultati in quello che anni fa era il grande far west!

monument-valley

Monument Valley

Proseguiranno dopo un paio di giorni in direzione Grand Canyon: dopo quella africana, la più grande frattura del nostro pianeta, profonda oltre millecinquecento metri. Quì vento, acqua e ghiaccio si sono uniti insieme per creare uno dei più grandi spettacoli naturali che l’uomo possa mai ammirare. I miei amici si lasceranno travolgere dalle emozioni che questo spettacolo creerà nei loro animi, si sentiranno piccoli in confronto a tanta grandezza, si faranno coinvolgere da questa dirompente natura che entrerà nei loro cuori lasciando un segno indelebile nella loro memoria. Anche quì…foto, foto e foto saranno quelle che scatteranno cercando di imprigionare quelle immagini per sempre per non farle scappare.

grand canyon

Grand Canyon

Qualche giorno nel Grand Canyon per poi farsi tornare la voglia del contatto con la civiltà; troppe stelle nel cielo perché facciano venire quasi voglia di trovare un luogo dove da lì, non ce ne sono…sì, perché in valigia lei avrà messo anche un paio di tacchi e un abito di seta da sera, e lui una bella cravatta abbinata a gemelli porta fortuna. Vi chiederete perché proprio porta fortuna? Bhè…perché il loro viaggio proseguirà in direzione Las Vegas e là la fortuna sarà la loro migliore amica! Bellagio, sarà la parola d’ordine per le loro notti nella capitale del gioco, nella capitale della notte dove il giorno non esiste e la notte diventa regina.

las-vegas

Una città impossibile, che ospita al suo interno le città più belle del mondo. Una città fantasma che spunta dal nulla in mezzo al deserto per dare luogo al più grande spettacolo di luci che occhio umano abbia mai visto. Las Vegas per loro non sarà solo roulette e black jack, saranno anche locali e discoteche, spettacoli di tutti i tempi, vulcani che eruttano e antichi romani in divisa, contrasti e combinazioni di colori mai viste….Las Vegas sarà tanto, e sarà tutto. Sarà la ciliegina rossa sul loro viaggio che era cominciato con tanti dubbi e alla fine terminerà con un uno solo….ma perché non ci torniamo anche l’anno prossimo?

Fountains_bellagio

Bellagio

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Oriente, Stati Uniti, Viaggi

GIAPPONE & HAWAII TERZA PARTE: HAWAII

1

Hawaii

E la mattina atterreranno ad Honolulu e con una ghirlanda di fiori al collo usciranno dalle porte scorrevoli dell’aeroporto e respireranno un’aria diversa…un’aria intrisa di salsedine e di benessere, un’aria calda e rigenerante carica di energia che pervaderà la loro essenza facendoli sentire nel posto giusto al momento giusto. Un taxi li porterà all’hotel prenotato sulla spiaggia di Waikiki. Disfatte le valigie usciranno per conoscere questa città unica e incredibile. Si renderanno conto che alle Hawaii nessuno va di fretta,il tempo si fa più lento, tutti vivono in pace e con tranquillità. Si ritroveranno immersi in un’atmosfera particolare e guardando il mare che protegge la spiaggia con dei frangiflutti ammireranno una piscina naturale. In un attimo si farà sera e allora si perderanno a guardare milioni di fiaccole che illumineranno tutta Waikiki. Il giorno dopo lui proverà a fare surf, perché si sa che le Hawaii sono il paradiso dei surfisti. Miti e leggende locali raccontano che il sole rallenti quando passa sopra queste isole, e che l’energia di questo luogo regali coraggio ai surfisti per affrontare le onde più grandi. Il giorno dopo, di buon mattino,  sceglierà di stare con lei e di andare a scoprire qualcosa di magico e spettacolare…andranno ad Hanuma Bay, a un paio di chilometri da Honolulu, per nuotare in una baia naturale creata dallo sprofondamento di un cratere che ha lasciato entrare acqua di mare al suo interno…qui si godranno uno snorkeling impareggiabile!

690x380-Maui-Beach-01

Maui

Dopo qualche giorno trascorso nella grande Oahu si sposteranno verso la piccola Maui, quella in cui a mio parere ci sono le spiagge più belle. Ritireranno un’auto a noleggio fuori dall’aeroporto e cominceranno la visita di questa piccola grande isola percorrendo la meravigliosa Hana Road…oltre ottanta chilometri di strada che curva per seicentodiciassette volte srotolandosi attorno ad una montagna. Tanti saranno gli slarghi per potersi fermare e addentrarsi all’interno dell’isola che scopriranno essere un vero giardino botanico a cielo aperto.

hawaii-dance

Hawaii Dance

Dopo essersi goduti il mare selvaggio di Maui si sposteranno a Kauai: l’isola giardino. La più selvaggia di tutte le Hawaii. Tanto incontaminata che alcuni punti dell’isola li puoi raggiungere solo in barca o in elicottero. Tanto vergine che i produttori di Lost ci hanno girato gran parte della serie! A Kauai potranno scoprire il Grand Canyon hawaiano…mille metri di profondità in cui addentrarsi! Una giornata la trascorreranno in barca, a fare milioni di foto ad una scogliera che si getta nel blu del mare regalando uno degli scenari più suggestivi al mondo: fotograferanno la Na Pali Coast. Un’altra giornata la dedicheranno al trekking…percorreranno la Kalalu Trail che i nativi utilizzavano per andare oltre la montagna. Quì ammireranno paesaggi surreali, con una vegetazione impervia che copre ogni singolo centimetro quadrato della montagna. A bordo di un elicottero si immergeranno tra le nuvole che nascondono cascate che nascono dal nulla e si disperdono nel nulla. Nel pomeriggio prenderanno un kaiak e si addentreranno nell’isola trasportati dal Wailua River per raggiungere una cascatella.

kauai

Kauai

Se vorranno potranno poi spostarsi nella più grande delle isole Hawaii: Big Island. Solo due saranno le spiagge balneabili, ma scopriranno il Volcanos National Park. Ci arriveranno attraverso una strada che percorre la caldera di , il più grande vulcano attivo del mondo. Si ritroveranno nel posto più unico del nostro pianeta, ammireranno colate di lava densa che arriverà fino al mare. La notte su una barca si godranno uno spettacolo pazzesco guardando scendere questo fiume rosso nell’oceano creando un’atmosfera surreale da sogno.

vulcano-Kilauea-hawaii

Volcano Kilauea

Forse avranno qualche giorno in più o forse ci torneranno la prossima volta, ma potranno completare il viaggio andando a Lanai e Molokai. Lanai, un’isola minore perché sono solo due gli hotel grandi, gli altri sono tutti Bed & Breakfast…un paradiso per gli amanti del surf e del golf. Molokai, la meno sviluppata al turismo che esista, i locali vogliono preservare l’autenticità dell’isola e conservare i loro usi e costumi senza influenze esterne. Un mondo parallelo al nostro, in cui il tempo si è fermato a cinquant’anni fa. Dune di sabbia, tartarughe, foche e leoni marini che si spiaggiano a prendere il sole di fianco a te. Forse quì potranno anche scoprire un nuovo modo di vivere…una nuova filosofia, una nuova vita, una nuova interpretazione dell’esistenza, un contatto con il loro vero Io. Forse scopriranno l’Ho’oponopono. E allora continueranno a ripetersi…”Mi dispiace, Ti prego Perdonami, Grazie, Ti Amo“!.

maui

Maui

Quando consegneranno in aeroporto l’ultima auto a noleggio e si dirigeranno verso la fila del check in, guarderanno fuori le isole che hanno fatte parte del loro viaggio d’amore…sentiranno nostalgia e malinconia perché nulla di questo viaggio li avrà delusi. Si saranno lasciati emozionare da colori e profumi unici, in una natura che ha mostrato il suo lato migliore. Si saranno sentiti piccoli…al confronto con la sua forza ineguagliabile.

keep-calm-and-do-the-ho-oponopono-6

PRIMA PARTE: INTRODUZIONE

SECONDA PARTE: GIAPPONE

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Stati Uniti, Viaggi

New York

10313819_10200954502104754_3086407705296252634_n

Always LoVe

Di nuovo l’amico Ferruccio Simonazzi condivide con la Giraffa i suoi racconti di viaggio. Questa volta ci parla di New York…città che guarda dall’alto permettendoci di sognare con lui. 

Destination. New York
Date. 23/04/2014
Members.
F.L.

Experience NY
Se davvero avete voglia di sentire la storia della mia settimana a NY,  magari vorrete sapere tutto di quello che ho visto. D’altronde non ho nessuna voglia di raccontare di ogni attimo e Vi racconterò soltanto di alcune delle cose da matti che ho vissuto in quei fantastici giorni.   Ma prima di tutto voglio dirvi questo,   proprio mi piaceva tantissimo scendere lungo la Broadway fino a Time Square, l’avrò fatto 100 volte e ogni volta restavo sorpreso di fronte a ciò che sapevo che avrei trovato.   E proprio che il mio hotel era sulla 55° proprio all’angolo con la Broadway,  e da li era un attimo raggiungere a piedi Columbus Circle e quindi costeggiare sorridendo Central Park, e anche la 5 Av.  non era lontana, mentre per la Lexington e la Madison la camminata era un po più lunga.

1521734_10200939355366095_1829551771160098981_n

Detail of NY

Invece da Time Square bastano davvero 4 passi per arrivare a Bryant park un po nascosto dalla biblioteca   nazionale ma  un  vero incanto e da li, piu o meno vicino ad un chiosco che vende insalate si possono vedere sia l’Empire State Building che il Chrisler Building. Ma non pensiate che abbia mangiato solo insalate o cose del genere perché vi sbagliereste di grosso e di questo vi parlerò in altra occasione. Ma torniamo a quello che davvero è importante,  per andare nelle altre zone di Manhattan meglio prendere la Subway. Chinatown, Little italy e Soho sono praticamente attaccati divisi (o uniti) da una strada.

10253820_10200934646248370_636914751583030024_n

Ny

E in ogni altra città sarebbe un problema qui invece ha il suo bel fascino. Dal Greenwich Village a Chelsea anche se non sono vicinissimi ci si va a piedi,  sei hai 5 minuti ti fermi in un caffè e ne avevo proprio voglia ma per una ragione che non devo certamente scrivere qui non l’ho fatto e sono arrivato proprio all’inizio della HighLine giusto per ora di pranzo cosi  mi sono gustato la mia insalata nizzarda appena comprata li sotto al Chelsea Market, ma non fissatevi con l’idea che io viva di insalata.

10291840_10200955211602491_5945442543863915288_n

Broadway

Battery Park è ancora più  lontano ma da li parte il ferry per Staten Island ma soprattutto li nel Financial District c’è Wall Street e la Freedom  Tower.  Ma la cosa che proprio non ti puoi perdere è il 9/11 Memorial che davvero ti lascia senza fiato. A me il fatto che ci sono arrivato mentre pioveva mi è sembrata una bella cosa e forse li dovrebbe piovere sempre.

10170988_10200954502784771_4788039816261963443_n

Empire State Building

E poi invece il sole l’ho trovato sulla cima del Rockfeller Center e pensavo che quel momento lo sognavo da quando ero bambino e mi immaginavo Spiderman volteggiare sopra queste strade. Già. …strade… Non ricordo se ve l’ho già detto e non per vantarmi ma dal mio hotel sulla 55° st. potevo raggiungere facilmente ogni angolo della città perché era proprio camminando lungo quelle strade con quei nomi così famigliari che per qualche giorno mi sono sentito “a part of it”.  Ma se decidete di andarci o di tornarci non pensate a quello che ho scritto e se volete davvero un mio consiglio non dite niente a nessuno perché proprio agli altri potrebbe non interessare. Ed ecco tutto quello che ero disposto a raccontavi di questa prima settimana a New York.

10269426_10200945222592772_6712416824182350666_n

Not to forget…

Ferro, Aprile 2014

(Libera intetpret. in stile Il giovane Holden)

Sud America, Viaggi

BRASILE

images

Brasil

Un classico itinerario per chi vuole avere un primo assaggio di uno dei paesi più spettacolari del mondo.
Un percorso che tocca i luoghi più imperdibili del continente brasiliano…
…per terminare con un soggiorno mare da sogno! 

Sicuramente Brasile! Per chi ha già visto tante cose nella vita, sicuramente il Brasile è la sua destinazione per restare ancora a bocca aperta. Per chi vuole vivere un viaggio inconfondibile e carico di emozioni, sicuramente il Brasile è il suo posto per innamorarsi della natura e di come l’uomo ci ha messo lo zampino. Per quelli a cui manca l’incontro con persone di cuore, sicuramente in Brasile conoscerà lo spirito carioca e capirà come in certi paesi le persone parlano e comunicano tra loro perché amano la vita. Sicuramente il Brasile è una destinazione che spesso consiglio a chi, come le giraffe, vuole il meglio!

SALVADOR

Salvador de Bahia

E sicuramente, quando io sono stata in Brasile sono stata segnata nel cuore da un indimenticabile ricordo di persone straordinarie. Perché le bellezze più grandi del Brasile non sono le spiagge, la natura, le cascate, le città,…ma sono le persone! Gente carica di vita con il sorriso sempre sul viso pronta a voler condividere con te la sua vita! Cammini per strada e conosci persone, per caso la rincontri e subito si è amici. In Brasile quando ti saluti qualcuno non fai come in Italia che ci si da quegli ormai sterili bacini a sfioro guancia-guancia; in Brasile ti baci sulla guancia e poi ti abbracci….che meraviglia! Sicuramente…è stato per me uno dei viaggi più significativi della mia vita. Di quelli che quando torni ti rendi conto di aver vissuto, oltre che un viaggio, un’esperienza di vita.

images (1)

Brasil

Quando i miei clienti mi chiedono un viaggio quì, se non ci sono mai stati il mio consiglio diventa  un classico itinerario. Con un volo comodissimo di Alitalia arriveranno diretti a Rio de Janeiro e inizieranno la loro vacanza sorseggiando una caipirina con i piedi a mollo nelle acque che bagnano la spiaggia di Copacabana. Trascorreranno qualche giorno all’insegna della samba, del divertimento e della scoperta di strabilianti punti di interesse come il Cristo Redentore che abbraccia la metropoli, il Pao de Azucar che si raggiungerà con due teleferiche che li porteranno all’altezza di quattrocento metri. Da lì ammireranno la Baia di Guanabara e si renderanno conto del perché Rio viene chiamata Cidade Maravilhosa. Ipanema, Botafogo, il monte Corcovado e tanto altro faranno del loro soggiorno un album di immagini uniche.

rio

Rio de Janeiro, Cristo Redentore

Da Rio prenderanno un volo interno che li porterà alla scoperta di una delle meraviglie naturali del Brasile. Sì, perché il Brasile ha al suo interno qualcosa che non si potrà mai dimenticare. Qualcosa che ti lascia senza fiato, a bocca aperta. Al confine con l’Argentina ci sono delle cascate che sono tra le più grandi e spettacolari del mondo…le cascate di Iguassù. Quì saranno guidati per scoprire i due lati di queste acque: quello brasiliano e quello argentino. E magari lo faranno a bordo di un elicottero per godere di una vista ancora più entusiasmante. Queste imponenti cascate regaleranno loro istanti di eternità con il cielo che si staglierà nella fitta vegetazione contro una terra rosso fuoco, per arrivare in un punto in cui l’acqua salta di 70 metri, la Garante del Diablo, un salto tra i più alti del mondo! A Iguassù scopriranno una natura che urla, che non si lascia dominare dall’umanità, che solo in un continente come il Sud America può ricordare quanto piccolo è l’uomo.

IGUASSU

Iguassù

Il loro viaggio proseguirà come ad intermittenza verso un luogo molto caratteristico del Brasile, quello che rappresenta un pò l’immaginario comune, quello fatto di viuzze colorate e case in stile coloniale, quello che ricorda il carnevale e la samba…approderanno a Salvador de Bahia! E quì inizieranno le danze e il divertimento, il contatto con le persone che abitano questa particolarissima cittadina, la scoperta di quello che era il Brasile ai primordi della sua storia civile. Passeggeranno tra più di mille caseggiati storici, chiese e monumenti costruiti a partire dal XVI secolo che tutti insieme sono riconosciuti dall’UNESCO come Patrimonio Culturale dell’Umanità. Bahia…che bello sarà per loro vivere la vita con tutta la gioia e beleza di cui il Brasile trasuda!

SALVADOR

Salvador de Bahia

I miei clienti però non potranno andare dall’altra parte del mondo e non andare a scoprire uno dei luoghi più belli del mondo. Terminata la scoperta naturalistica e culturale dei punti più salienti di questo paese, avranno per forza desiderio di rilassarsi in un mare cristallino. In Brasile di mari belli e spiagge da urlo ce ne sono tanti e tante, ma il meglio è solo uno. E allora i miei clienti, che assolutamente sceglieranno il meglio…andranno in un arcipelago di isole spettacolari, uniche, magiche, di una bellezza sconcertante…andranno a rilassarsi a Fernando de Noronha. Poche parole per descriverle. Anzi una sola: strepitose!

FER

Fernando de Noronha

Ventun isolette di origine vulcanica a oltre trecento chilometri dalla confusione della costa brasiliana. Fauna endemica e tartarughe, albatros e delfini. Immersioni per i sub fino a quaranta metri e snorkeling per i meno esperti. Paradiso verde lussureggiante in contrasto con l’immenso blu turchese di acque cristalline. Scogli e coralli intervallati da spiagge di sabbia bianca  su cui distendere un pareo color verde e giallo e non pensare ad altro che a sentire dentro le proprie ossa la natura che a volte diventa un sogno. “Il Paradiso è quì” aveva detto un certo Vespucci…e i miei clienti saranno lì proprio per dire: “Aveva ragione!”.

FERNANDO

Fernando de Noronha

Dormiranno in una delle tante posadas dell’isola prescelta e si godranno giornate di totale nullafacenza all’insegna del rilassamento totale. Si faranno lunghi bagni in piscine naturali e qualche passeggiata tra la natura. Non so se avranno voglia di connettersi per pubblicare qualche foto su Facebook o Instagram, ma se lo faranno ….. dovranno stare molto attenti alle invidie di chi invece sarà a casa e sognerà di poter un giorno scoprire questo paradiso in cui la gente quando si saluta si abbraccia!!!

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Hotel, Oriente

Sofitel So

Bangkok, Thailandia

Bangkok, capitale della Thailandia, è una delle metropoli più in ascesa in questo momento. Vibrante capitale esotica, è un cocktail di spiritualità, modernismo, mondanità e stupefacenza la rendono unica nel mondo, città in cui tutto sembra diventare possibile. Sofitel So la celebra e la rappresenta, proclamandosi un hotel all’avanguardia per eccellenza, icona del design. L’essenza della città viene racchiusa nelle mura di quest’hotel creando una perfetta sinergia di contrasti che diventa, come ne suggerisce il nome, So Bangkok. Sofitel So unisce l’elegante lusso tipicamente francese alla calda ospitalità thailandese. Ogni singolo elemento che compone questa superlativa struttura grida alla città il suo nome e diventa un luogo di cui no si può non perdere la testa…So special, so unique, so crazy, so amazing, so incredible,…So Sofitel!

So SPA reception

Hotel di design interamente in stile Monsieur Christian Lacroix, il Sofitel So è stato progettato da un pluripremiato architetto in collaborazione con cinque dei principali progettisti del Paese che lo ospita. La disinibizione di Lacroix permane tutto l’albergo che dalle pareti stesse trasuda arte moderna e design, la si vede nella lobby al primo piano che guarda dall’alto il parco Lumpini, nell’ingresso al piano terra con il suo chocolate lab, nelle divise audaci del personale che indossano abiti  ha appositamente disegnato per loro, nel timbro inconfondibile della favolosa Sala Signature Club.

Earth Room

L’Albero della Vita, antico simbolo di immortalità, è al centro della filosofia So Sofitel e ne diventa il suo marchio. I cinque principali progettisti thailandesi sono stati interpellati per raccontare la loro versione della storia dei cinque elementi, reinterpretandone l’essenza stessa, celebrando l’individualità. E quindi cinque sono gli elementi che caratterizzano il Sofitel So: Acqua, Terra, Legno, Metallo e Fuoco.

Park Lobby

Abbinando la creatività del suo desing alle più avanzate tecnologie moderne, Sofitel So è il primo hotel in tutta l’Asia ad offrire ai suoi ospiti uno stile di vita unico e irripetibile. In tutte le sue oltre duecento camere e suite si trovano televisori a schermo piatto Lcd collegati a soluzioni multimediali firmate Apple, IPad di ultima generazione, minibar reso unico da tisane orientali e bevande energetiche occidentali, scelta del tipo di cuscino più adatto alla propria persona. Inoltre tutto all’interno prende vita con il semplice tocco di un tasto….

Water Room

Visitare Bangkok e farlo prendendo alloggio al Sofitel So vuol dire scoprire la città sapendo che al rientro in hotel qualcosa di speciale ci aspetta. Da un aperitivo al tramonto sul roof top sconvolgendo i propri sensi davanti a uno skyline mozzafiato, con un bicchiere di champagne a mollo nella vasca idromassaggio della propria stanza che guarda da una vetrata il parco della città, prendendo una lezione di cucina a base di cioccolato, assaggiando uno dei piatti prelibati (provare per credere) preparati dal cinque stelle executive Chef australiano Paul Smart, ballando sotto il cielo stellato con alcuni tra i Dj più famosi che almeno una volta al mese fanno capolino al Sofitel So.

Wood Room

Non credo ci possano essere parole sufficienti a descrivere quest’hotel, bisogna andare a vederlo per capire. In tutta la vita raramente capiterà di incontrare una struttura così…così…So Giraffa!

So SPA

E anche se non è nel mio stile, per pura curiosità, vi spiego il motivo per cui se state leggendo queste parole dovrete assolutamente trascorrere qui almeno una notte….perché una notte qui parte da 50 euro a persona!

www.sofitel-so-bangkok.com

Oceania, Viaggi

AUSTRALIA

canguro1

Un viaggio che ti proietta verso il futuro.
Un viaggio alla scoperta di un nuovo Continente.
Un viaggio che ti cambierà.
Un viaggio in cui scopri che i bambini si divertono di più a saltare con i canguri che a giocare con la PlayStation. 

Sono pochi i clienti che entrano in agenzia per chiedermi di organizzare loro un viaggio in Australia, ma quei pochi che lo fanno…sono quei pochi fortunati che scopriranno un nuovo Continente. Partiranno per un viaggio che gli farà cambiare la prospettiva della vita, scopriranno un Paese che va solo in avanti. Come il canguro, non a caso simbolo dell’Australia, che per una strana conformazione fisica non riesce a camminare indietro. Solo avanti. Solo a guardare il futuro. Questo è un luogo che insegnerà loro come si dovrebbe vivere. Perché il passato è passato, non ritorna. Il presente lo si vive. Ma il futuro lo si può decidere, e si può scegliere come deve andare! E nel loro viaggio,  gli australiani gli insegneranno come fare.

mf699

I miei clienti in questo caso dovranno sapersi adattare, lasciare quegli alberghi stile Giraffa e optare per strutture più semplici. Perché nel loro viaggio non sarà importante l’estetica della loro stanza, sarà importante ammirare quello che c’è fuori e trascorrere più tempo possibile per scoprirlo. Un Fly & Drive…perfetto! Ma solo per alcuni tratti. Perchè se prendiamo la cartina dell’Europa e la sovriapponiamo a quella dell’Australia scopriamo che quest’ ultima è molto più grande! Quindi aerei, noleggi auto, aerei, noleggi auto…e così via!

Per quanto tempo? Bhé, il più possibile! A mio parere un minimo di quindici giorni a un massimo di tutta la vita!

foca

Questo continente lo possiamo dividere in sette parti, come se fossero sette sistemi differenti da scoprire. E i miei clienti…le dovranno scoprire quasi tutte! A partire da Victoria, con la bellissima Melbourne. Da quì un primo ritiro dell’auto per scoprire la stupefacente Great Ocean Road con i suoi Dodici Apostoli. Un percorso fatto da una strada che guarda verso l’infinito per raggiungere Adelaide. In questo tragitto passeranno per Cowes dove scopriranno Phillip Island e i suoi koala, Queenscliff e l’Otway National Park, la Shipwreck Coast da cui ammirare i Dodici Apostoli. Dormiranno una notte a Robe e ripartiranno per il parco di Coorong con i suoi uccelli d’acqua, Wellington e Cape Jervis. Poi….prenderanno un traghetto che li farà approdare alla unica Kangaroo Island! Un’isola protetta abitata da canguri, koala, wallaby, strani animali chiamati echidna, foche marine e altre specie endemiche della zona. E che emozione proveranno, nel vedere che i bambini quì si divertono di più a saltare con i canguri che a giocare con la PlayStation!

Kang-0000888

Una volta terminati i gioghi con i canguri, lasceranno la macchina ad Adelaide per prendere un volo per andare nella zona  dalla New South Wales, con la meravigliosa Sydney. Capitale in lotta con Melbourne che possiede il simbolo per eccellenza che a reso famosa questa città in tutto il mondo: il Sydney Opera House. Qualche giorno per scoprire questa città sarà d’obbligo. Ma poi un altro volo li porterà al centro dell’Australia, nella zona del Northern Territory per raggiungere al tramonto il monolito Uluru: mistico, spirituale, sconvolgente. Per arrivarci noleggeranno una 4×4, che li accompagnerà a scoprire anche i monti Olgas, la Mala Walk e la formazione rocciosa di Kata Tjuta attraverso il Kings Canyon.

Sydney Opera House

Dopo le emozioni vissute suonando un didgeridoo con gli indigeni locali, partiranno alla volta di Darwin per visitare il Kakadu National Park, con una breve sosta per un bagno sotto le cascate del Litchfield Park. Nel Kakadu navigheranno paludi alla ricerca di alligatori per scoprire cosa si prova a guardare un coccodrillo negli occhi!

Dodici Apostoli della Great Ocean Road

Il loro viaggio proseguirà poi per la zona del Queensland, con cosa? …la Grande Barriera Corallina! Paurosi delle profondità e dei pesci? Bene! Questa sarà un’occasione per sfidarsi: con uno snorkeling mozzafiato tra pesci grandi dieci volte tanto i soliti che siamo abituati a vedere e formazioni coralline che lasceranno con la pelle d’oca (anche sott’acqua). Per i più impavidi, infiniti sporta da scegliere o GAV pronti e via…nelle profondità di questo luogo!

Surfing-at-Cape-Woolamai-700x476

Ma se il tempo a disposizione dei miei clienti sarà maggiore, potranno andare alla scoperta delle altre zone dell’Australia. Per fare un esempio, attraverseranno luoghi sconfinati e strade deserte infinite con un Fly&Drive da Adelaide a Perth nella Western Australia. Se vorranno potranno addirittura salire verso Geraldton e Monkey Mia, costeggiando l’oceano lungo la Indian Ocean Drive fotograferanno la bellissima Shark Bay  e l’indimenticabile arco di roccia rossa.

koala

Al loro rientro i miei clienti saranno cambiati. Qualcosa nel profondo sarà maturato e cresciuto. Ascolteranno un grido dentro di loro che tirerà fuori una nuova parte forse nascosta: la voglia di vivere e di amare la vita! Impareranno dai canguri ad andare avanti, ad ogni costo, senza mai voltarsi indietro a guardare il passato o gli errori fatti. Inizieranno una nuova fase dalla loro vita…che non potrà che essere migliore! Perché un viaggio ti cambia sempre, conosci persone diverse, vedi luoghi diversi, guardi immagini diverse. E qualcosa cambia. E un viaggio in Australia, è forse uno di quelli che ti cambia di più!

CANGURO

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Oriente, Viaggi

BANGKOK

images (1)

Una città che non ti aspetti, che ti lascia senza fiato.
Una metropoli mistica e all’avanguardia, al di sopra di ogni aspettativa.

Il turismo in Thailandia sta crescendo ogni anno di più, il suo governo sta investendo per farla conoscere a livello mondiale e sono sempre più i clienti che entrano in agenzia chiedendomi di volerla scoprire. Qualunque parte della Thailandia si voglia visitare, che sia per il mare o per le sue meraviglie storiche, sicuramente tutti passeranno prima da Bangkok. Pensando a questa metropoli si pensa al caos, agli acri odori, alla confusione,…ma quando poi si arriva a Bangkok ci si stupisce e si ritorna a casa con un’immagine completamente diversa rispetto a quella iniziale. Bangkok è una città che non ti aspetti e che ti lascia senza fiato, una città che unisce il mistico all’ avanguardia e che si scopre al di sopra di ogni aspettativa.

images (4)

Mercato galleggiante

Chi partirà per Bangkok, si ritroverà catapultato in una nuova realtà prima sconosciuta. Prenderà un volo Thai diretto sull’aeroporto della città, e già da lì si accorgerà di quanto il mondo possa essere pazzesco. Il taxi che lo accompagnerà in hotel attraverserà strade incoerenti che lo faranno sentire spaesato. Una volta in hotel, non potrà resistere alla tentazione di uscire in strada per gridare al mondo che lui si trova lì, nella città più pazzesca che abbia mai visto.

Buddha sdraiato

Quando dovrà scegliere in che albergo rilassarsi la sera durante il suo soggiorno, si ritroverà un ventaglio di opzioni una più bella dell’altra. Se sarà romantico, opterà per un hotel lungo il fiume che taglia in due la città, allora andrà allo Sheraton Royal Orchid e dalla sua stanza vedrà Bangkok dall’alto bagnata dalle acque che la attraversano. Dall’hotel in pochi minuti potrà raggiungere ogni angolo della città. Non in taxi, ma a bordo di uno Sky Train: una metropolitana all’avanguardia sopraelevata. A Bangkok non c’è un centro vero e proprio, sono tante le zone da scoprire. E quindi la buona posizione di un hotel si basa sulla sua vicinanza ad una fermata dello Skytrain.

Immagine dallo Skytrain

Se invece vorrà sperimentare un hotel diverso dai soliti standard, più eccentrico e direi quasi stupefacente, allorea preferirà il Sofitel So e da lì ammirerà una magnificia vista sull’unico parco gigante di Bangkok: il parco Lumpini.

Parco Lumpini

La sera sceglierà a caso uno dei tanti ristoranti di cucina Thai che brulicano nelle strade. Passeggerà per le vie della città e a bordo di un tuk tuk approderà a Patpong. Quì si ritroverà in zona estremamente turistica e un pò degradante. Una via tappezzata da bancarelle di falsi e souvenir, e strani locali dove si “gioca” a ping pong. Un luogo caratteristico, particolare, che potrà piacere oppure no…ma una passeggiata quì sarà d’obbligo!

Tuk Tuk Patpong

Un’altra sera prenoterà un tavolo in un ristorante alquanto particolare: il Sirocco. Un roof top di un palazzo alto 65 piani che guarda Bangkok dal cielo. Un ritorante e bar dove sentirsi padroni del mondo. Una volta arrivato scenderà una scalinata che gli farà provare la sensazione di buttarsi giù verso le luci della città. Per aperitivo, sceglierà di assagiare un cocktail creato per ricordare la scena di un famoso film ambientato a Bangkok: Hangover (da noi: Una Notte da Leoni). Lo degusterà appoggiandosi ad un bancone rotondo che si lancia a picco sulla città.

sirocco

Sirocco, Bangkok

 

Le giornate a Bangkok saranno accompagnate da visite di templi, antichi palazzi, giganteschi Buddha d’oro sdraiati, cittadelle imperiali e residenze di imperatori che lo faranno sentire come un re del passato. Una giornata sarà dedicata alla scoperta di Ayuttaya e del suo misticismo. Quì passeggerà tra le rovine di un luogo un tempo maestoso dedicato alla spiritualità e alla religione. Navigherà sul fiume a bordo di una barca di legno e guardandosi intorno noterà quante contraddizioni distinguono Bangkok. Passerà attravero canali trasformati in mercati galleggianti, si ritroverà a China Town e comprerà un souvenir, incontrerà persone di ogni tipo con cui scambierà due chiacchiere e vedrà come tutti quì sono sorridenti e amici. Il Buddismo, che respirerà in ogni luogo ad ogni ora, gli regalerà emozioni che gli faranno rivedere il suo concetto della vita stessa.

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Hacienda San Rafael, Andalusia
Europa, Hotel

HACIENDA DE SAN RAFAEL

Las Cabezas de San Juan, Seville, Spain

Un’antica Hacienda per scoprire un’insolita Andalusia,
per vivere giornate in stile rural chic

L’Hacienda San Rafael è un’antica tenuta andalusa del diciottesimo secolo, meticolosamente ristrutturata e trasformata in un sorprendente nascondiglio dalla stressante quotidianità. Un perfetta fusione di rustico e moderno, con uno charme sofisticato. Un ristorante Bio à la carte, tre piscine attorniate da profumi di gelsomini e plumbago, stormi di uccelli che migrano verso l’Africa, escursioni a cavallo e cene rigorosamente a base di sherry. Questo e molto di più è ciò che offre questa mistica dimora che perfettamente si fonde con la natura circostante.

A metà strada tra Siviglia e Jerez de la Frontera, questa Hacienda è un ottimo punto di partenza per scoprire l’Andalusia senza perdere le coccole di un luogo senza tempo. A est la Sierra de Cadiz con i suoi bianchi villaggi, a ovest il Donana National Park, a sud-est le spiagge della Costa de la Luz.

Deluxe Room

Le undici camere sono attorniate da bouganville in fiore, i decori interni sono scelti con cura dall’Hacienda-designer Mora-Figueroa che ha importato gli arredamenti dai suoi viaggi in Asia.

Casitas

Ma per qualcosa di più speciale, l’Hacienda ha tre Casitas disposte in un giardino curato con una zona soggiorno e un piano superiore soppalcato per concedersi momenti di relax. Le principali caratteristiche delle Casitas sono una piscina in comune, il pranzo che servito nella “chozita” privata e un trionfo di mimose, ecaulipti, alberi del pepe e cespugli di lavanda.

Chozita, Casitas

Se si ama la natura e quello che essa può regalare senza chiedere nulla in cambio, un soggiorno alla Hacienda San Rafael è d’obbligo!

www.haciendadesanrafael.com

Europa, Hotel

HOTEL CLAUDE

Marbella, Spain

Un week end di attenzioni e coccole nella bella Marbella!

Ingresso

 

Magari terminato un intenso tour della Spagna passando per l’Andalusia, oppure dopo aver costeggiato in un fly & drive il Portogallo e la Spagna del Sud, o invece per un bel caldo week end primaverile – autunnale…Marbella è una destinazione da non perdere. Perché è la città più alla moda della Costa del Sol, perché va bene per chi vuole divertirsi ma anche per chi vuole staccare la spina in riva al mare. Marbella è bella per fare shopping nei suoi strepitosi negozi, per girare nel suo centro pedonale e scoprire il Museo Bonsai, per scoprire i dintorni come Estepona e Puerto Banus. Marbella, è una delle città della Spagna Andalusa, a metà tra Malaga e Gibilterra, lambita dalle acque del nostro Mediterraneo.

La colazione

 

Trascorrere un week end a Marbella e volerlo fare con lo stile della Giraffa, vuol dire soggiornare al Claude! Un piccolo boutique hotel nel cuore della città vecchia, a pochi minuti dalla Piazza de Los Naranjos e dalla spiaggia. Una intima e accogliente magione del diciassettesimo secolo recentemente ristrutturata meticolosamente per lasciare intatte le caratteristiche originali, che hanno lasciato lo charme e il rustico sapore autentici. Il Claude è una meravigliosa combinazione di colori caldi e materiali naturali con pavimenti in terracotta, bagni in pietra arenaria e tessuti ricercati. Un’oasi di pace e tranquillità in pieno centro storico.

Ci sono solo sette suite ognuna differente dall’altra distribuite intorno al cortile principale. Alcune con pavimenti cotto e altre in parquet, alcune con un’immensa doccia di design e altre con una di quelle vecchie vasche in mezzo al bagno. Un salotto comune arredato in stile chic-contemporaneo, un pizzico di antico in un ambiente di design. Colonne di marmo a spirale, porte di legno intagliato e arredi selezionati accuratamente.

Lobby

 

Soggiornare qui, vuol dire rientrare da una giornata di escursioni programmate e personalizzate dalla reception del Calude, per poi gustare un aperitivo all’ultimo piano del Claude sorseggiando un drink davanti a un panorama bellissimo, o concedersi una cenetta romantica a lume di candela.

Room

 

Soggiornare al Claude, vuol dire trascorrere un week end in perfetta sintonia con Marbella, concedendosi delle attenzioni particolari che in altri luoghi non avresti trovato!

www.hotelclaudemarbella.com