Browsing Tag

Bali

Hotel, Oriente

TUGU BALI

Bali, Indonesia

Scoprire uno dei luoghi più romantici di Bali.
Un piccolo paradiso sulla nostra terra.
Un regno dove si è trasportati
nel luogo più sentimentale dell’isola.

Si tratta di un albergo situato sull’ incontaminata spiaggia di Canggu, una quieta distesa di sabbia chiara vicina ad un pittoresco villaggio di pescatori nella costa sud ovest di Bali. Si tratta del Tugu Bali Hotel. Circondato dal bisbiglio emanato da campi di riso, adiacente al mistico tempio Batu Bolong, il Tugu Bali è stato costruito con una passione sfrenata per la bellezza romantica dell’arte, della storia e della cultura di Bali. Una vasta collezione di inestimabili antichità indonesiane e oggetti d’arte ornano l’hotel, miscelando la purezza tropicale ad un ambiente fuori dall’ordinario. Il Tugu Bali è di proprietà di un indonesiano che dal 1960 ha collezionato antichità, creando così una casa per la più grande collezione d’arte del Sudest Asiatico.

WAHA-C22

Dedari Suite

 

Chi sceglierà questo magico albergo come alloggio per il suo viaggio in Indonesia, si ritroverà catapultato in una nuova dimensione, dove il mistico e l’incanto prenderanno il sopravvento per cambiare la sua visione della realtà. Entrando in albergo, si ritroverà di fronte ad un gigantesco Garuda di legno di quasi cinque metri di altezza, e ne sarà sopraffatto. La Bale Agung, l’edificio principale che contiene questo gigante, nonché l’ingresso al Tugu Bali, lo accoglierà in un giardino tropicale fatto di stagni di fiori di loto di una bellezza più unica che rara.

Lobby (3)

Il gigantesco Garuda della lobby

 

A prescindere da quale stanza sceglierà per il suo soggiorno, si ritroverà in una suite indipendente e nascosta dal resto della struttura, circondato da lussureggianti giardini tropicali e stagni di fiori di loto che guardano all’Oceano Indiano e ai suoi tramonti. A pochi passi dal suo letto, avrà una spiaggia paradisiaca. Si ritroverà in un luogo in cui, anche se stracolmo di ospiti, gli sembrerà di essere da solo isolato dal resto del mondo. Intimità e riservatezza sono le caratteristiche principali del Tugu Bali.

Dedari (9)

Dedari Suite

 

Potrà ritrovarsi in una Dedari, suite al piano terra con una plunge pool privata e un bagno che per metà sarà all’aperto; oppure in una Rejang, che guarda dritta all’ oceano con un’area spa privata per concedersi relax in ogni momento del soggiorno.

Puri le Mayeur

Puri le Mayeur Suite

 

Oppure potrà scegliere di essere ancora più coccolato e viziato, e allora sceglierà una Puri Le Mayeur Villa. Una vera villa di duecento metri quadri che galleggia sopra stagni di fiori di loto. Se sceglierà lei, avrà scelto la suite più sensuale di tutta Bali. Una suite ispirata in ogni dettaglio alla storia d’amore tra Adrien-Jean Le Mayeur de Merprés, un famoso pittore belga che arrivò sull’isola nel 1932, e Ni Polok, una famosa ballerina balinese di Legong.

Walter Spieces Pavilion.jpg2

Walter Spieces Pavilion Suite

 

Magari, invece, se sarà un inguaribile romantico, potrà soggiornare alla Walter Spies Pavilion, una suite dedicata al poeta tedesco e artista Walter Spies, che ha fatto di Java e Bali la sua casa nel lontano 1920. Un alloggio con pezzi originali della colonizzazione olandese compresa la porta d’entrata, le colorate finestre, e la testata del letto. Si sentirà proprio come lui, perché si ritroverà circondato dai suoi oggetti come la sua vecchia macchina fotografica, i suoi dipinti, le sue foto di quando era piccolo e le lettere originali scritte per la sua famiglia in Germania.

Picnic in Bed (1)

Picnic in Spiaggia

 

Quando arriverà l’ora di mangiare perché comincerà a sentire un po’ di languorino…potrà scegliere di farlo esattamente dove vorrà. Si, ovunque ne avrà voglia. Perché al Tugu Bali gli ospiti sono viziati in ogni singolo momento della giornata. Allora potrà optare per una tavola a lume di candela nascosta tra i lussureggianti giardini, o ad una capanna galleggiante su un lago di loto, o anche ad una soluzione sulla spiaggia a lume di luna e stelle. E potrà farsi servire come un antico principe delle leggende indonesiane da una parata di dodici camerieri in livrea.

PEKA-18

Gubuk Ngelamun Leha-Leha

 

Quello che però farà, se seguirà il mio consiglio, sarà di cenare al Bale Sutra. Un antico tempio vecchio trecento anni in cui la cena viene servita in una sala rossa a lume di mille candele.

Kamar Molek Seger Waras

Spa

 

Il cliente che sceglierà il Tugu Bali, scoprirà qualcosa di inaspettato. Scoprirà che in questo hotel esiste una Spa, la Waroeng Djamoe Spa, che negli ultimi due anni è stata considerata una delle migliori al mondo. Questa rappresenta il fiore all’occhiello dell’hotel. Una Spa che lo riporterà all’autenticità della ricca storia delle Spa dell’isola di Java e Bali, come se si potesse utilizzare una macchina del tempo. Ogni trattamento che sperimenterà sarà basato sui segreti del benessere del mondo orientale, alcuni dei quali oggi ancora sono sconosciuti ai più. Sarà coccolato, amato, viziato e vezzeggiato. Scoprirà massaggi che per farli bisogna cantare un mantra antico quanto l’uomo. Ne scoprirà altri che uniranno al massaggio stesso alcune forme di meditazione buddista del lontano diciottesimo secolo.

Artwork009

Artwork

 

Colui che sceglierà il Tugu Bali come sua casa per un viaggio, si risveglierà ad un nuovo mondo. Vivrà un’esperienza mistica che gli permetterà di assaporare profondamente le emozioni che il mondo orientale può dare. Si sentirà parte di una nuova dimensione, mai scoperta prima. E allora, vorrà sperimentare tutti gli altri hotel di questa unica catena alberghiera: il Tugu Group.

www.tuguhotels.com/bali

Hotel, Oriente

Amanusa

Nusa Dua – Bali, Indonesia

Se ad Amankila scopri la vecchia Bali, ad Amanusa sperimenti la nuova Bali, quella fatta di divertimento, di shopping, di feste sulla spiaggia, di mercatini affollati e di vita notturna. Perché sì, se vai a Bali qualche notte come minimo nella zona sud la bisogna fare! E Aman Resort decide di costruire un resort proprio in questa zona con una speciale peculiarità: la sua capacità di mantenersi nello stile Aman. Fuori dalle sue mura c’è vita frenetica e tanta gente, dentro le mura scopri la serenità e il misticismo dell’Indonesia. Amanusa è un resort adagiato su una verde collina intrisa di giardini fioriti nella zona sud di Nusa Dua. Poco distante dal Bali National Golf si estende verso l’Oceano Indiano, mentre nelle vicinanze ci sono strade di bouganville fiancheggiate da negozi e villaggi turistici lungo la strada. 

RS187_Amanusa - Swimming Pool-scr

Swimming Pool

Rinomata per la sua cucina, la sua vita notturna, lo shopping e il divertimento, la costa meridionale di Bali offre una miriade di opportunità  di esplorazione e scoperta. Dalle città chic di Sanur e Seminyak alle spiagge di Nusa Dua e Kuta, gli ospiti possono sperimentare la vitalità della nuova Bali utilizzando come punto di appoggio un luogo di pace come Amanusa.

RS189_Amanusa - Pool Suite-scr

Pool Suite

La regione di Nusa Dua è da scoprire per le sue strade affollate che sono piene di negozi in cui si vendono tessuti colorati locali, sculture in legno, gioielli, sculture in pietra e dipinti che riflettono le tradizioni artistiche dell’isola. Nusa Dua è piena di bancarelle che offrono cucina tradizionale indonesiana, come il piccante riso fritto e pesce o  il pollo satay . Lungo la spiagge di sabbia bianca si vedono in lontananza verso l’orizzonte centinaia di barche da pesca,  che pian piano diventano rosse fuoco colorate da tramonti indimenticabili. Guardare questo panorama seduti sulla sabbia sotto palme che si inarcano sopra la testa offre un’inestimabile opportunità di scattare una delle foto più belle.

RS182_Amanusa - Beach Club-scr

Beach Club

Amanusa, o isola di pace,  è un resort che domina la vasta distesa di costa che porta all’oceano dall’alto di una collina rigogliosa. L’arredamento è stato influenzato profondamente dalla poesia degli antichi abitanti indonesiani, i chilometri che circondano la struttura sono panorami mozzafiato, l’aria che si respira al suo interno è carica di vita spirituale e pace. Amanusa è un microcosmo rilassante all’interno di Nusa Dua che vuole garantire ai suoi ospiti una tregua dal ritmo frenetico del mondo in generale. Come risultato, le sue stanze sono spaziose e disegnate con colori rilassanti dal beige al marrone, al miele. Tutte e trentacinque hanno il tetto in paglia e letti a baldacchino drappeggiati con veli bianchi, l’attenzione è rivolta a ingredienti essenziali per donare un sonno il più tranquillo possibile. Ogni suite è rinchiusa in un ambiente sensuale e tropicale, soffice muschio e profumati fiori bianchi sono circondati da bouganville rosa. Ognuna ha una terrazza esterna con un divano letto all’ombra di un baldacchino d’altri tempi. I bagni…che per la Giraffa sono la parte fondamentale di una stanza…sono stati creati per regalare ai loro ospiti un’esperienza di eccellenza.

RS722_Amanusa Villa - Outdoor Bathtub-scr

Suite Outdoor Bathtub

Soggiornare all’Amanusa non vuol dire solo godere dei privilegi di un Aman Resort, significa anche vivere la costa sud di Bali con una bicicletta per rilassarsi, o una crociera verso le isole di vicine di Nusa Penida e Nusa  Lembongan, scoprire i templi circostanti come il Luhur Uluwatu arroccato su un’enorme pietra calcarea a strapiombo sul mare, fare shopping o godersi le spiagge vicine, …soggiornare in questa zona vuol dire vivere la Bali che ti resta nel cuore e alla quale vorrai ritornare.

RS186_Amanusa - Courtyard-scr

Courtyard

La Bali che ti chiedi perché c’hai messo tanto ad andarci. La Bali che tocca una parte del tuo profondo e ci resta per sempre, perché un viaggio a Bali lascia un segno indelebile. E se Bali lascia un segno, l’Amanusa di Bali lascia un’esperienza indimenticabile.

www.amanresorts.com/amanusa

Hotel, Oriente

Amankila

Bali, Indonesia

Un viaggio in Indonesia è sempre un’esperienza emozionale che non può non prevedere una permanenza a Bali. Bali è un’isola da scoprire, da gustare e da vivere. Lontano dai classici itinerari proposti dai principali Tour Operator e agenzie, c’è una zona di Bali che rimane nascosta al turismo di massa. Si potrebbe definire come…la vecchia Bali. Si tratta di un’area ad est dell’isola che fino a un secolo fa era un’antica reggenza: Karangasem. Una delle poche ad essere ancora come un tempo, la reggenza di Karangasem ha continuato a respirare anche dopo la sua quasi totale distruzione da parte dell’eurzione del vulcano Mount Agung. Questa zona, per chi la visita, offre un facile accesso all’incontaminato paesaggio rurale che ha caratterizzato Bali fino all’arrivo del mega turismo. Quì la vita è cambiata di poco nel corso dei secoli.

RS171_Amankila - Mt Agung-scr

Mount Agung

Oggi, la zona di Karangasem regala una parte della sua terra a uno dei resort più emozionali dell’isola di Bali: Amankila. Arroccato su una scogliera che domina la Stretto di Lombok, Amankila (o tranquilla collina) è un paradiso di tranquillità. Chic e sobrio, disegna l’architettura tradizionale della regione, ed è forse una delle mete più romantiche a Bali. Se si vuole, ad Amankila ci si va in elicottero direttamente dall’aeroporto di Denpasar.

RS831_Amankila - Beach Club_Lap Pool-scr

Beach Club

Spaziose ville su palafitte adagiate sulle colline offrono una vista eccezionale tra frangipani e buganvillee, e sono collegati alle strutture del resort da passerelle sopraelevate. Gli ospiti di Amankila possono rilassarsi intorno alla piscina o presso il Beach Club sulla spiaggia.

kila_flower_girls_07_236

Flower Girls

Circondata da alberi di frangipani, la hall di Amankila offre una vista sensazionle vista sull’oceano che bagna le fondmenta del resort. Le trentaquattro palafitte suite free-standing sono nascoste nella vegetazione rigogliosa intorno al villaggio, e tutte vantano un’eccezionale vista sul mare. Per i più esigenti Amankila propone due suite, la Kilasari e la Indrakila. Entrambe con una vista privilegiata sull’oceano, con piscina privata, terrazze con lettini e stagni pieni di gigli e, per concludere, un maggiordomo privato.

RS829_Amankila - Garden Suite Bedroom-scr

Garden Suite

Una gita in bicicletta o in jeep, dello shopping locale basato su antiquariato artigianale, una passeggiata sulla spiaggia, una pennichella in uno dei salottini sulla spiaggia all’ombra di alberi, una lezione di yoga o meditazione, snorkeling o crociere in barca, visita dei villaggi rurali circostanti e delle foreste tropicali fin sù sulle montagne a visitare antichi templi, la giornata di un ospite di Amankila termina con un té allo zenzero indonesiano gustato al pomeriggio nella biblioteca servito da donne locali vestite con parei e kebayas.

RS823_Amankila - Indrakila Suite Private Pool-scr

Indrakila Suite Private Pool

Tra tutti i viaggi che si possono fare in Oriente Amankila permette di farne uno speciale, lontano dal turismo collettivo che sta rovinando i paesaggi incontaminati del nostro mondo. Amankila permette di farlo da viaggiatore, non da turista. Permette di vivere un soggiorno a contatto con la natura e con l’originale vita indonesiana.

www.amanresorts.com/amankila

Hotel, Oriente

Amandari

Udub, Bali – Indonesia

Se si pensa all’Indonesia si pensa immediatamente a Bali…isola legata tra due mondi, quello spirituale e quello materiale. Isola che se si sogna con gli occhi di un bimbo si pensa a Peter Pan sull’ Isola che non c’è. Isola che rappresenta un paradiso afrodisiaco per chiunque vi si rechi. Bali è un luogo magico, etereo, mistico. Bali è un luogo in cui dover andare una volta nella vita. Un soggiorno a Bali prevede varie tappe, e la più mistica in assoluto è posta al suo centro: Ubud. Quint’essenza di Bali, Ubud offre un’insetimabile ricchezza d’arte e cultura, con una miriade di piccoli negozietti, gallerie d’arte, musei, studi di pittori locali e il coloratissimo mercato Pasar Seni.

Swimming Pool

Ma se Bali è da visitare una volta nella vita e se Ubud è una tappa fondamentale del viaggio, allora perché non godersi il lusso di farlo in un resort firmato Aman? Perché…non catturare tutto il mistico di Bali e soggiornare all’Amandari?

Amandari, o spirito di pace, si trova nel villaggio di Kedewatan, ai margini della capitale culturale Ubud. Arroccato su un’alta scarpata, Amandari è stato progettato come un tradizionale villaggio balinese: passerelle di ciottoli per collegare le varie suite alle aree principali, camere costruite con tetti in paglia ognuna con il proprio giardino recintato, il terreno stesso su cui poggia le fondamenta si dice che sia sacro. Un ambiente unico come base di appoggio per scoprire il centro vibrante di energia di Bali. Impregnato delle antiche tradizioni e delle credenze balinesi che lo circondano, Amandari riflette la cultura, l’arte, la danza e la musica del luogo che lo ospita.

Villa Suite

Se sceglierete Amandari come vostra casa per il viaggio a Bali, vi accoglierà una hall unica e irripetibile interamente di legno di cocco e teak locale con pavimenti in marmo chiaro colore miele che rendono dolce la prima accoglienza. Dopo il check in, sarete accompagnati in una delle trenta suite del resort, anch’esse di legno e paglia. Attraversando un giardino in stile balinese avrete accesso alla vostra stanza tramite una porta scorrevole di vetro ed entrerete in un ambiente circondato dal verde lussureggiante circostante.

Pool Music Pavillion

Vi ritroverete in una stanza completamente aperta, un’area che è divisa con l’esterno solo da pareti di vetro che vi faranno sentire in stretto contatto con la natura. I colori sono stati scelti per dare riposo agli occhi e all’anima, colori chiari in contrasto con il verde delle piante e il marrone del legno. Un’area soppalcata accoglierà il vostro letto a baldacchino, il bagno in marmo sarà incorniciato da grandi fioriere in pietra ricche di felci e heliconia. In alcune delle suite non avrete bisogno di incontrare nessuno, nemmeno per fare un bagno in piscina, perché ne avrete una vostra privata. Alcune di esse guardano dall’alto la gola del fiume Ayung che bagna le basi del resort, altre ammirano le risaie circostanti e le verdi coltivazioni a terrazze.

Suite

Dopo una passeggiata guidata nella natura di Bali, o un giro in bicicletta per le campagne come Julia Roberts in Mangia, Prega e Ama, fino al Lago Batur e il monte Agung, o dopo rafting lungo il fiume Ayung, tornerete ad Amandari e vi farete coccolare nella sua speciale Spa. Alla fine di un tortuoso percorso su un vialetto di ciottoli si arriva alla zona del benessere totale: salone di bellezza, area massaggi, sauna e bagno di vapore in marmo che guardano alla valle sottostante dell’ Ayung. Ma ad Amandari non sono solo queste i segreti del benessere, lo sono anche le lezioni di yoga con un insegnante apposta per voi.

Suite with Private Pool

Eh sì, Amandari è un vero e proprio ritiro spirituale in cui rigenerarsi e ritrovarsi. Amandari è un luogo indimenticabile, come lo è la natura che lo ospita.

Concedetevi il lusso di Amandari….concedetevi di vivere un sogno in un viaggio in Oriente.

www.amanresorts.com/amandari

Oriente, Viaggi

INDONESIA

borobudur

Borobudur Temple

Misticismo, spiritualità, incanto e romanticismo con un pizzico di magia
sono la ricetta perfetta per un viaggio indimenticabile.

L’indecisione più grande…dove andiamo in viaggio di nozze? Quando questa domanda mi viene posta e mi si chiede un consiglio, si comincia a vagliare insieme le varie destinazioni principali. Ma prima di tutto si sceglie una destinazione in base al periodo…se ci si sposa a luglio e il viaggio lo si fa ad agosto…una delle mete migliori è l’Indonesia. Mistica, per portare la spiritualità nei ricordi di un viaggio; incantata, per portare la magia; sentimentale, per portare il romanticismo; bellissima, per tornare con un ricordo indelebile.

Picnic in Bed (1)

Tugu Bali

Facilmente collegata all’Italia da voli Singapore Airlines, via Singapore, l’Indonesia è una delle mete ultimamente più ambite per lune di miele e viaggi di qualunque tipo. Il periodo ideale è la nostra estate quindi, per i miei clienti sposini a luglio, agosto sarà il loro mese prescelto. Prima tappa: la splendida Bali, per vivere le prime notti di nozze nel lusso di uno degli hotel più romantici…il Tugu Bali (vedi pagina Hotels). Qui trascorreranno due notti nella Walter Spies Pavilion Suite, coccolandosi in un fiore di loto ricordando un amore antico. In questi giorni non faranno niente. Si riposeranno e si godranno un mistico relax più unico che raro.

Poi sarà il momento per cominciare a scoprire cosa l’Indonesia può regalare. Partiranno così alla volta di Flores per dedicare una giornata intera alla ricerca di uno strano animale: il drago di Komodo. Un lucertolone preisotrico endemico della zona. Durante la ricerca si concederanno momenti di relax su spiagge lambite da acque cristalline, mangeranno pesce a bordo di una barca, scopriranno i fondali con maschera e pinne, passeggeranno tra la flora e la fauna di queste isole incontaminate.

Drago di Komodo

Rientreranno su Lombok, isola vicina a Bali, per scoprire cosa l’altro Tugu è in grado di trasmettere soggiorndandovi…alloggeranno al Tugu Lombok. Si perderanno su di un’isola ascetica, un grezzo gioiello fatto di magiche spiagge, foglie che sussurrano al vento e una natura vergine tutta da scoprire. Un giorno andranno a scoprire le acque cristalline delle vicine Gili, e passeggeranno per Gili Trawangan scoprendo come lì si vive in un mondo parallelo. Per loro, verrà naturale a questo punto rallentare i movimenti, ascoltare il silenzio e sperimentare una nuova pace che solo questi luoghi possono trasmettere.

Ma di Bali avranno visto troppo poco, allora sarà d’obbligo tornarci dopo Lombok, e per farla bene dovranno andare al suo centro: a Ubud. Soggiorneranno al  Warwick Ibah Luxury Villas & Spa e sceglieranno una Royal Suite che guarderà sul verde spirituale delle colline circostanti. Mistici vulcani, misteriose foreste di scimmie, sensuali danze locali, templi spirituali a strapiombo sul mare…questa sarà una piccola parte della loro grande Bali.

Warwik Ibah, Ubud

A questo punto, dopo il meritato riposo, partiranno per scoprire la grande isola di Giava. Da Yogyakarta come base di appoggio andranno alla scoperta di favolosi templi tra cui il più famoso di Borobudur, da vedere all’alba, i templi Prambanan, Cetoh e Sukuh. Scopriranno anche la bellissima città di Solo con i suoi palazzi e il suo mercato Triwindhu. Ceneranno al Purawisata accompagnati da danze locali.

Terminata la scoperta dei luoghi più belli dell’Indonesia, si concederanno gli ultimi giorni del loro viaggio in totale rilassamento con i piedi a mollo in acque coralline. Andranno all’isoletta di Kura Kura. Picccolo atollino con un solo eco resort, circondata da mare cristallino, mangrovie e palme. Soltanto quindici bungalow stile Robinson Crusoe e venti ville, bandita televisione e ogni tipo di distrazione dal relax totale. Immersioni, snorkeling, tintarella, riposini all’ombra di fronde, massaggi nella Spa e giornate da naufraghi di lusso….saranno i ricordi che quest’isola lascerà nei cuori dei miei giovani sposini!

Kura Kura

Al rientro…qualcosa avrà cambiato il loro profondo essere e il loro viaggio sarà indimenticabile.

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Oriente, Viaggi

ORIENTE

Tempio Borobudur, Giava

Indonesia, Malesya e Thailandia.
Tre come numero perfetto per un viaggio di Nozze nel lusso degli alberghi più belli dell’Oriente.
Una ricetta per un sogno che si può realizzare, con un ingrediente segreto:
la spiritualità.

Dai primi mesi di lavoro in agenzia si sono affezionati a me due clienti molto speciali. Una coppia innamorata, con il desiderio di scoprire il mondo concedendosi il lusso degli alberghi più belli. Fare ricerche sterminate per trovare quella struttura che regala quel qualcosa in più che altre non hanno, che ha una particolarità che la rende unica nel suo genere; immaginare come potranno sentirsi al rientro in camera da una giornata di escursioni, quindi trovare quella che abbia il maggior comfort possibile e la vista più bella; sapere che trovarsi in mezzo ad una natura selvaggia in un piccolo eco resort è un’emozione che lascia senza fiato;…questo è il mio impegno per loro. Provate ad immaginare quando, un pomeriggio, sono entrati mano nella mano e mi hanno guardato con gli occhi a cuore dicendo “Ci sposiamo! Comincia ad organizzare la nostra Luna di Miele!” Che emozione. Che gioia. Il loro doveva essere qualcosa di speciale, un viaggio unico ed irripetibile. E organizzarlo, per me, sarebbe stata una delle esperienze più belle in anni di lavoro.

Il viaggio di Nozze dei miei clienti avrebbe dovuto avere un sapore esotico, un lusso ricercato, una natura incontaminata, una spiritualità zen. La loro destinazione sarebbe stata l’Oriente. L’Oriente magico, quello che ti fa innamorare. Così via al lavoro alla ricerca dei luoghi perfetti!

viceroy bali

Viceroy, Bali

Ho organizzato il loro viaggio con tutto il cuore, immergendomi in quelle speciali sensazioni che avrebbero dovuto vivere. La prima notte di nozze, l’hanno trascorsa al centro di Bali, a Ubud, una regione caratterizzata da una florida natura lussureggiante ricca di templi da scoprire. L’hotel selezionato per loro è stato il Viceroy Bali, un vero santuario per innamorati, piccolo resort immerso nel verde che sovrasta la “Valle dei Re”. La camera era una villa privata di duecentoquaranta metri quadrati arredata unicamente in tipico stile balinese, open space con un terrazzo vista foresta, con una piscina privata e bagni in marmo chiaro. Il giorno seguente un’auto privata è passata a prenderli per portarli a scoprire l’isola di Bali. Trekking tra le ridenti risaie, visita ai templi più importanti, cena romantica al tramonto su uno scoglio a strapiombo sul mare con ballerine kecak.

Amanjiwo, Giava

Secondo step del magico viaggio è stato visitare l’altra parte dell’Indonesia, Giava. Atterrati all’aeroporto principale una macchina è andata a prenderli per portarli in uno degli alberghi più esclusivi del nostro pianeta: l’Amanjiwo di Yogyakarta. Amanjiwo, che significa “anima in pace”, è immerso in una giungla tropicale circondata da quattro imponenti vulcani e dal tempio induista Prambanan, con colazione vista Borobudur. La camera, la Borobudur pool suite, è stato ciò che si può chiamare perfezione in termini di lusso, attenzioni, raffinatezza e sfarzo messi insieme. Fiori e roccia calcarea la dividevano dalla suite vicina, soffitti dipinti in cenere vulcanica, piante fiorite in ogni angolo. L’atmosfera magica e mistica che hanno respirato in questo luogo ha regalato loro immagini eterne. Lui, amante dell’arte, ha potuto ammirare una delle mostre presente all’art Gallery della Hall e prendere un pennello in mano per improvvisare un dipinto su una tela messa a disposizione dall’hotel.

Pool, Amanjiwo

Dopo l’Indonesia, via verso la città delle Twin Towers, la città più grande della Malesia, la città megalopoli di Kuala Lumpur. Il Traders Hotel è stato scelto. Forse non per essere il più lussuoso, ma di sicuro perché è quello con la camera migliore per ammirare le torri, l’Executive Suite Twin Tower View. Si sono svegliati la mattina e si sono fatti portare la colazione a letto, hanno aperto le tende della loro stanza e hanno bevuto un succo d’arancia ammirando uno spettacolo che ha tolto il fiato.

Executive Suite Tower View, Trader Hotel

Visitato una delle città più eccezionali della Malesia, hanno preso un volo per raggiungere una delle zone più spettacolari del nostro amato pianeta: il Borneo. Non era per loro addentrarsi troppo nella foresta selvaggia, quindi il loro soggiorno è stato al Bunga Raya Island Resort & Spa, situato al largo della costa nella baia di Malohom, ideale per rilassarsi al ritorno dalle escursioni private organizzate solo per loro, come la visita Sabah’s (Parco Nazionale di Kotakinabalu di settecentocinquanta chilometri quadrati con la montagna più alta del Sudest Asiatico). Il Bunga Raya è stato scelto perché ideale come punto di appoggio, non tanto per il lusso in sé, ma i novanta metri quadrati dell’esotica e sensuale Double TreeHouse Villa con plunge pool esterna, pavimento e pareti in legno parquet, candele in ogni dove e cene portate in camere servite sul terrazzino privato vista foresta incontaminata credo abbiano anche loro soddisfatto in pieno i gusti dei miei clienti innamorati.

Bunga Raya

Dopo giornate a contatto con la natura, il richiamo della civiltà è scontato, e non è potuta venire a mancare l’unica e spettacolare Singapore. Città-Stato dal sapore coloniale, porto attivo tra i principali del mondo, paradiso per lo shopping sfrenato. Tre notti al Marina Bay Sands Resort sono state la scelta azzeccata. La struttura, tra le più grandi di tutto il continente asiatico, è stato costruito dal famoso Moshe Safdie utilizzando undicimila tonnellate di acciaio. Il lusso non è negli arredamenti essenziali, ma nelle piccole attenzioni e nei dettagli che solo questo albergo è in grado di dare. La camera, con maggiordomo privato, guarda direttamente sullo skyline di Singapore. La hall, con un lampadario di Swarovski appeso a quaranta metri di altezza, fa girare la testa. Essere stati a Singapore, ed aver alloggiato al Marina Bay Sands, è stato di per sé un’esperienza di vita che non dimenticheranno mai.

Rooftop, Marina Bay Sands

Per entrare nella terza parte del viaggio i miei clienti non si sono serviti di un aereo per arrivare a destinazione, ma di un mezzo alternativo: un treno. Si può dire che non si è parlato di un treno qualunque, magari un vagone locale trasandato, ma del Treno per eccellenza: un treno dell’Orient-Express. Un treno che di per sé è una magia, un sogno. Un treno delle fiabe che ricorda Dracula e Agatha Christie. Un treno che da molto tempo è diventato sinonimo di lusso e impeccabilità. Un treno che ricorda un’epoca coloniale passata, con sedie in canna, abiti in lino e tè danzanti. Questo treno, è partito dalla stazione principale di Singapore, ha attraversato Malesia e Thailandia, ed è arrivato alla stazione Bangkok come destinazione finale. Durante il tragitto hanno attraversato la giungla della penisola malese ricca di fiumi e risaie con soste a George Town e navigato il fiume Kwai, ammirato il paesaggio circostante dalla vettura-osservatorio con le note di un pianoforte a creare l’atmosfera romantica che solo questo treno può far vivere. La loro era la Presidential Suite.

Treno Orient Express Belmond

Arrivati alla stazione di Bangkok, un autista in divisa li aspettava con un cartello indicante il loro nome e con una limousine privata li ha scortati verso il loro paradisiaco hotel nel centro della città: il Sukhothai. Hotel immerso in un giardino lussureggiante, arredato con stile in teak e sete thailandesi, camere dotate di ogni comfort e una Spa Botanica in cui si sono rilassati a farsi massaggiare i muscoli stanchi dal viaggio dalle esperti mani di una massaggiatrice qualificata, e detto fra noi…come in Thailandia non ne esistono!

Sukothai

Vista anche Bangkok, la parte conclusiva del viaggio è stata scelta in un vero paradiso terrestre, dove il tempo si ferma e si vive solo di mare e paesaggi, amore e romanticismo. Un resort di eco lusso adagiato su una piccola paradisiaca isola al largo delle coste orientali della Thailandia, il Santhiya Resort & Spa di Koh Phangan. Il resort, membro della Small Luxury Hotels of the World, è costituito da architettura ed ambienti thai che donano una perfetta armonia tra la struttura e la natura circostante. Un soggiorno in questo luogo significa evadere dalla realtà per entrare in un mondo parallelo fatto di tranquillità assoluta e benessere spirituale. I miei clienti si sono fatti coccolare dalla favolosa Spa Ayurvana, hanno nuotato nelle acque di un mare color turchese che si scaglia verso l’infinito, hanno passeggiato nella natura di quest’isola quasi deserta e nella loro stanza hanno bevuto champagne nella piscina privata e guardato le stelle da sdraio del deck personale antistante la camera da letto. La Santhiya Sea View Pool Suite Plus, di oltre cento metri quadrati con piscina e jacuzzi, vista mare e baia dell’hotel, con letto a baldacchino e interni in legno thai, ha completato il viaggio di Nozze più spettacolare e perfetto. Un viaggio di Nozze che resterà per sempre nella memoria del cuore dei miei clienti innamorati, che scopre le parti più nascoste dell’Oriente e si addentra nelle emozioni più profonde che solo lui è in grado di far vivere.

Santhiya Resort Koh Phangan

Spiritualità al centro di tutto, unita da scoperta del segreto, immersione in una natura selvaggia, città metropoli con grattacieli da far girare il capo, conoscenza di nuove culture, relax raffinato e benessere, sono stati gli ingredienti magici di questa ricetta di felicità. Questo viaggio è stato un sogno, ed essere stata io a realizzarlo è ciò che mi fa essere felice.

santi

Santhiya Resort & Spa

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com