Browsing Category

Oriente

Oriente, Stati Uniti, Viaggi

GIAPPONE & HAWAII TERZA PARTE: HAWAII

1

Hawaii

E la mattina atterreranno ad Honolulu e con una ghirlanda di fiori al collo usciranno dalle porte scorrevoli dell’aeroporto e respireranno un’aria diversa…un’aria intrisa di salsedine e di benessere, un’aria calda e rigenerante carica di energia che pervaderà la loro essenza facendoli sentire nel posto giusto al momento giusto. Un taxi li porterà all’hotel prenotato sulla spiaggia di Waikiki. Disfatte le valigie usciranno per conoscere questa città unica e incredibile. Si renderanno conto che alle Hawaii nessuno va di fretta,il tempo si fa più lento, tutti vivono in pace e con tranquillità. Si ritroveranno immersi in un’atmosfera particolare e guardando il mare che protegge la spiaggia con dei frangiflutti ammireranno una piscina naturale. In un attimo si farà sera e allora si perderanno a guardare milioni di fiaccole che illumineranno tutta Waikiki. Il giorno dopo lui proverà a fare surf, perché si sa che le Hawaii sono il paradiso dei surfisti. Miti e leggende locali raccontano che il sole rallenti quando passa sopra queste isole, e che l’energia di questo luogo regali coraggio ai surfisti per affrontare le onde più grandi. Il giorno dopo, di buon mattino,  sceglierà di stare con lei e di andare a scoprire qualcosa di magico e spettacolare…andranno ad Hanuma Bay, a un paio di chilometri da Honolulu, per nuotare in una baia naturale creata dallo sprofondamento di un cratere che ha lasciato entrare acqua di mare al suo interno…qui si godranno uno snorkeling impareggiabile!

690x380-Maui-Beach-01

Maui

Dopo qualche giorno trascorso nella grande Oahu si sposteranno verso la piccola Maui, quella in cui a mio parere ci sono le spiagge più belle. Ritireranno un’auto a noleggio fuori dall’aeroporto e cominceranno la visita di questa piccola grande isola percorrendo la meravigliosa Hana Road…oltre ottanta chilometri di strada che curva per seicentodiciassette volte srotolandosi attorno ad una montagna. Tanti saranno gli slarghi per potersi fermare e addentrarsi all’interno dell’isola che scopriranno essere un vero giardino botanico a cielo aperto.

hawaii-dance

Hawaii Dance

Dopo essersi goduti il mare selvaggio di Maui si sposteranno a Kauai: l’isola giardino. La più selvaggia di tutte le Hawaii. Tanto incontaminata che alcuni punti dell’isola li puoi raggiungere solo in barca o in elicottero. Tanto vergine che i produttori di Lost ci hanno girato gran parte della serie! A Kauai potranno scoprire il Grand Canyon hawaiano…mille metri di profondità in cui addentrarsi! Una giornata la trascorreranno in barca, a fare milioni di foto ad una scogliera che si getta nel blu del mare regalando uno degli scenari più suggestivi al mondo: fotograferanno la Na Pali Coast. Un’altra giornata la dedicheranno al trekking…percorreranno la Kalalu Trail che i nativi utilizzavano per andare oltre la montagna. Quì ammireranno paesaggi surreali, con una vegetazione impervia che copre ogni singolo centimetro quadrato della montagna. A bordo di un elicottero si immergeranno tra le nuvole che nascondono cascate che nascono dal nulla e si disperdono nel nulla. Nel pomeriggio prenderanno un kaiak e si addentreranno nell’isola trasportati dal Wailua River per raggiungere una cascatella.

kauai

Kauai

Se vorranno potranno poi spostarsi nella più grande delle isole Hawaii: Big Island. Solo due saranno le spiagge balneabili, ma scopriranno il Volcanos National Park. Ci arriveranno attraverso una strada che percorre la caldera di , il più grande vulcano attivo del mondo. Si ritroveranno nel posto più unico del nostro pianeta, ammireranno colate di lava densa che arriverà fino al mare. La notte su una barca si godranno uno spettacolo pazzesco guardando scendere questo fiume rosso nell’oceano creando un’atmosfera surreale da sogno.

vulcano-Kilauea-hawaii

Volcano Kilauea

Forse avranno qualche giorno in più o forse ci torneranno la prossima volta, ma potranno completare il viaggio andando a Lanai e Molokai. Lanai, un’isola minore perché sono solo due gli hotel grandi, gli altri sono tutti Bed & Breakfast…un paradiso per gli amanti del surf e del golf. Molokai, la meno sviluppata al turismo che esista, i locali vogliono preservare l’autenticità dell’isola e conservare i loro usi e costumi senza influenze esterne. Un mondo parallelo al nostro, in cui il tempo si è fermato a cinquant’anni fa. Dune di sabbia, tartarughe, foche e leoni marini che si spiaggiano a prendere il sole di fianco a te. Forse quì potranno anche scoprire un nuovo modo di vivere…una nuova filosofia, una nuova vita, una nuova interpretazione dell’esistenza, un contatto con il loro vero Io. Forse scopriranno l’Ho’oponopono. E allora continueranno a ripetersi…”Mi dispiace, Ti prego Perdonami, Grazie, Ti Amo“!.

maui

Maui

Quando consegneranno in aeroporto l’ultima auto a noleggio e si dirigeranno verso la fila del check in, guarderanno fuori le isole che hanno fatte parte del loro viaggio d’amore…sentiranno nostalgia e malinconia perché nulla di questo viaggio li avrà delusi. Si saranno lasciati emozionare da colori e profumi unici, in una natura che ha mostrato il suo lato migliore. Si saranno sentiti piccoli…al confronto con la sua forza ineguagliabile.

keep-calm-and-do-the-ho-oponopono-6

PRIMA PARTE: INTRODUZIONE

SECONDA PARTE: GIAPPONE

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Oriente, Viaggi

KOH LIPE

shutterstock_106262990

Koh Lipe

Un piccolo angolo di paradiso al largo delle coste della Thailandia nel mare delle Andamane. Una piccola “isola che non c’è” di cui innamorarsi non appena la si scorge. 

Thailandia….ancora Thailandia. La magica e mistica Thailandia. La Thailandia di antiche tradizioni, di storia, di religione, misticismo e spiritualità. Questa volta, una Thailandia ancora più speciale. Una Thailandia che si rivela e scopre un piccolo angolo di paradiso nascosto tra le onde di un mare turchese. Un piccolo isolotto a forma di boomerang lungo soli tre chilometri seduto sul bordo di un Parco Marino Nazionale spunta in mezzo al Mare delle Andamane, a sessanta chilometri dalla terra ferma.

images (6)

Koh Lipe colors

Uno dei motivi per cui amo il mio lavoro è perché a volte si ha il privilegio di scoprire angoli della Terra nascosti ai più. E Koh Lipe è uno di questi! Una scoperta che lascia senza parole, perché nell’immaginario comune Koh Lipe rappresenta il paradiso figurato. Spiagge di borotalco lambite da acque che si colorano delle mille sfumature possibili di turchese, sentieri interni che portano da un lato all’altro dell’isola permettendo di scoprirla in poche passeggiate, giardini di corallo sommersi facilmente raggiungibili con due pinnate dalla spiaggia, scorci di un eden beato che riporta alla natura selvaggia nascosta in ognuno di noi.

images

A forbidden island

Koh Lipe è un’isola che va bene per tutti. Per chi è in coppia e vuole una vacanza romantica, per chi è solo e vuole concedersi il meglio, per chi è in famiglia e vuole far scoprire ai propri bimbi l’originale contatto con madre natura. Koh Lipe poi, pur essendo piccola, non si fa mancare nulla. Perché a Koh Lipe se hai un buon libro puoi consumarlo all’ombra di un albero sulla spiaggia. Oppure puoi concederti un massaggio thailandese sulla sabbia. O fare shopping in uno dei tanti negozietti di Walking Street, una stradina che collega le due spiagge principali dell’isola che brulica di ristorantini di legno e baretti. Puoi fare un giro in kayak, oppure puoi prendere una delle tantissime longtail ormeggiate di fronte alle spiagge che ti portano con meno di venti dollari a scoprire le vicine isole disabitate e magari fare un picninc in campeggio, o ti lasciano scivolare in acqua proprio sopra una collina di coralli dai mille colori.

koh_lipe_beach_pattaya

Longtail in Pattaya Beach

Se infatti ami il mondo sommerso a Koh Lipe puoi fare snorkeling mettendoti le pinne a riva, e se sei sulla spiaggia di Sunrise scopri giardini di reef che sembrano dipinti da Monet. Se poi ami metterti una bombola sulla schiena e sgonfiare un gav, scoprirai che Koh Lipe è la tua isola! Morbidi coralli, relitti, affioramenti rocciosi, mante e ogni tanto squali balena…saranno solo una piccola parte di ciò che scoprirai aggirandoti nelle acque di Koh Lipe.

koh_lipe_things_to_do_diving

Diving

Se invece, come per le Giraffe, quello che ti piace è conoscere nuove persone e nuovi costumi, conoscere tradizioni e culture lontane dalla tua, a Koh Lipe c’è una piccola famiglia di zingari di mare: il popolo Chao Lay. Cinquecento persone che vivono di pesca e di partecipazione alle attività turistiche. Sorrisi smaglianti pronti ad accogliere i visitatori dell’isola, il cui unico scopo sarà di fare innamorare della loro piccola isola.

sunset beach

Sunset Beach

A Koh Lipe però non devi aspettarti il lusso. Non ci sono resort stellati e maggiordomi in guanti bianchi. A Koh Lipe il lusso è nella natura selvaggia e le strutture alberghiere che vi si trovano scelgono di restare coerenti con essa. Bungalow di legno sulla spiaggia o nella vegetazione, capanne costruite su alberi che si raggiungono con assi di legno poggiate sui rami, niente scarpe e solo due parei in valigia. Koh Lipe è un luogo di vacanza in cui l’unica cosa che conta è aprire il proprio cuore per stamparci sopra immagini ed emozioni che non potrai dimenticare.

castaway resort

Castaway Resort

Koh Lipe è un’isola che ti fa emozionare e innamorare al primo istante. Koh Lipe ti affascina e cattura il tuo cuore per non lasciarlo mai più andare.  Koh Lipe è uno di quei magici luoghi della nostra amata Terra che una volta nella vita vi vista. E se poi ci vai….non potrai non tornarci!

Vuoi che la Giraffa organizzi un viaggio simile a questo per te per rendendolo unico e indimenticabile?
Perché un viaggio è un sogno
che visto con gli occhi di una Giraffa diventa speciale.

michela@occhidigiraffa.com

Oriente, Stati Uniti, Viaggi

GIAPPONE & HAWAII Seconda Parte: GIAPPONE

shutterstock_147744134

Mt Fuji – Autumn

Sarà primavera, con un Giappone colorato di rosa dalla fioritura dei ciliegi. Oppure sarà autunno, quando gli aceri si tingeranno di rosso. E allora questo viaggio partirà con un volo diretto su Tokyo. Già all’arrivo i miei clienti in viaggio percepiranno il contrasto esistente in questa magica nazione…la spiritualità delle antiche tradizioni che abbraccia l’avanguardia di una tecnologia innovatrice e sorprendente.

PRIMAVERA

Mt Fuji – Spring

I miei due innamorati scenderanno dall’aereo e saranno accolti da un corrispondente che li accompagnerà a ritirare i loro biglietti per il treno del Giappone…biglietti per una rete ferroviaria futuristica che in poche ore li porterà da una parte all’altra del Paese rendendo il tragitto un momento indimenticabile. Subito in hotel per lasciare le valigie, proseguiranno il loro primo giorno scoprendo uno dei ristoranti di cucina tradizionale giapponese a base di sushi e sashimi. Il mattino seguente si sveglieranno e si ritroveranno in una città che ha scavalcato i confini del tempo diventando la capitale mondiale dell’avanguardia e del futuro. Dall’architettura dei palazzi esterni, alcuni con un patrimonio storico inestimabile e altri contemporanei, ai musei che arricchiranno il loro bagaglio storico-culturale; dagli spettacoli di tradizione come il sumo o le arti marziali alle viuzze che sembrano essersi fermate ai tempi degli antichi samurai. Un giorno lo dedicheranno alla vista panoramica di un monte che in Giappone è simbolo di forza e potenza, un monte che si utilizza come metafora per un punto di arrivo di un percorso di vita personale: il Monte Fuji.  Quì si innamoreranno di nuovo, e si innamoreranno anche di Tokyo…

shinkansen2

Japan Rail

Trascorse le giornate nella capitale, prenderanno il treno in direzione di quel Giappone più tradizionale. Quel Giappone fatto di templi e monasteri, di casette con il tetto a punta che spuntano tra colline verdeggianti, di tradizioni immortali che ancora si respirano nella parte rurale del Paese. Si dirigeranno quindi verso Takayama con la sua vecchia città e le sue costruzioni caratteristiche. Faranno shopping a Takayama Jinya e il mattino seguente al mercato mattutino della cittadina. E magari quì, anziché dormire in un classico albergo opteranno per qualcosa di ancor più tradizionale…un ryokan. Per provare l’emozione di dormire su un futon, mangiare per terra appoggiandosi ad un tavolino basso, portando le scarpe tipiche delle geishe e aprendo le porte di stoffa ricamata facendole scorrere.

shutterstock_2742211

Japanese colors

Il giorno seguente si incontreranno con altri viaggiatori e a bordo di un pullman salperanno per Shirakawago. Campagna, colline, silenzio e pace saranno lo sfondo di questa giornata. In mezzo a questa natura mistica sorgeranno delle casette di legno con il tetto in paglia a punta a ricordare due mani giunte in preghiera. Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, Shirakawago rappresenterà una tappa fondamentale di questo viaggio che immortalerà un momento prezioso e memorabile. Al pomeriggio con lo stesso pullman si sposteranno verso nord per trascorrere un giorno a Kanazawa e scoprire una delle più belle città del Giappone. Giardini in fiore che gridano un inno alla vita circondando templi di culto e di fede, quartieri tradizionali dove ancora vivono gli antichi insegnamenti dei samurai, la via delle geishe con la loro casa per scoprire qualcosa in più su queste stoiche donne giapponesi,…Kanazawa sarà un momento di comunione con l’anima eterna di un Paese senza tempo.

SHIRAKAWAGO

Shirakawago

Il giorno seguente prenderanno di nuovo il treno proiettile e faranno capolino a Kyoto. Questa per loro sarà la tappa più lunga, perchè non basterebbe un mese per vedere tutto quello che questa strepitosa città ha da offrire. Chiamata anche Città dei Templi, Kyoto è una città che si è misticamente salvata dalle distruzioni della seconda guerra mondiale ed è stata così inserita nei siti protetti dall’UNESCO. Una città fondata nell’antico ‘700 divenuta poi capitale, oggi conserva i più bei giardini zen di tutto il Giappone, tra cui il sorprendente tempio Ryoan-ji. Kyoto sarà per loro una città da respirare e vivere nel suo intimo più profondo, regalerà loro emozioni uniche e indescrivibili con il solo uso della parola. Una notte di quelle che trascorreranno a Kyoto una la faranno in un ryokan di lusso, perché il ryokan se non è un’esperienza di lusso rischia di essere un’esperienza orribile e devastante. E allora dormiranno in una delle suite dell’Hiragiya Ryokan cenando a lume di candela su un tavolino basso, mangiando sushi e bevendo sake.

HIRAGIYA RYOKAN

Hiragiya Ryokan, Kyoto

Da Kyoto si addentreranno verso una parte particolare del loro viaggio, si può dire che si concederanno una o due giornate molto speciali. Perché saliranno le pendici di un monte chiamato Koya e varcheranno le porte di un vero e proprio templio buddista che apre le porte ai turisti per permettere a tutti di conoscere la loro vita. Dormiranno su dei futon e respireranno il tradizionale spirito del Giappone, alloggeranno al Fukuchi-in. Niente lusso e nemmeno comodità, avranno il bagno in comune con altri ospiti per imparare la condivisione. Niente abiti eleganti o scarpe con i tacchi, vestiranno semplicemente per imparare l’umiltà. Niente cibi ricercati o bevande alcoliche saché a parte, perché impareranno la sobrietà e il rispetto. Si sveglieranno all’alba con una campana suonata dai monaci buddisti residenti e li accompagneranno nelle loro preghiere. Mangeranno a tavola con loro piatti esclusivamente vegetariani. Utilizzeranno questi momenti per ritrovare la pace interiore e l’equilibrio perso a causa di stress e mondanità.

TEMPLE KINKAKUJI

Kinkakuji Temple

Il loro viaggio d’amore proseguirà poi alla visita di una triste parte di questa nazione, ma che servirà per rendere completo questo viaggio. Andranno ad Hiroshima, per visitare il museo della guerra e i resti indelebili di quello che è stato uno degli sfregi più grandi che l’essere umano abbia mai fatto. Da Hirshima andranno in un luogo mistico…andranno su un’isoletta di fronte che gli farà provare sensazioni speciali. Myiajima, l’isola in cui uomini e dei convivono pacificamente, è un tempio a cielo aperto in cui le bellezze naturali si uniscono alla spiritualità di templi religiosi. Quì soggiorneranno in un ryokan per vivere in comunione con lo spirito di questa magica isola.

shutterstock_21567553

Spring Flowers

Da Miyajima prenderanno nuovamente il super treno che li porterà ad Osaka per prendere un volo che li porterà nella seconda parte del loro meraviglioso viaggio. Un volo diretto su un’altra isola spettacolare…un volo diretto su Honolulu. A bordo dell’aereo durante il decollo, guarderanno dal finestrino quella terra che da lì sembrerà piccola, che avrà lasciato nei loro cuori un grande segno incancellabile. Ricorderanno per sempre questo viaggio perché avrà modificato una piccola parte dentro di loro che con il passare dei giorni li renderà migliori.

…….to be continued……..

TERZA PARTE: HAWAII

PRIMA PARTE: INTRODUZIONE

Hotel, Oriente

TUGU BALI

Bali, Indonesia

Scoprire uno dei luoghi più romantici di Bali.
Un piccolo paradiso sulla nostra terra.
Un regno dove si è trasportati
nel luogo più sentimentale dell’isola.

Si tratta di un albergo situato sull’ incontaminata spiaggia di Canggu, una quieta distesa di sabbia chiara vicina ad un pittoresco villaggio di pescatori nella costa sud ovest di Bali. Si tratta del Tugu Bali Hotel. Circondato dal bisbiglio emanato da campi di riso, adiacente al mistico tempio Batu Bolong, il Tugu Bali è stato costruito con una passione sfrenata per la bellezza romantica dell’arte, della storia e della cultura di Bali. Una vasta collezione di inestimabili antichità indonesiane e oggetti d’arte ornano l’hotel, miscelando la purezza tropicale ad un ambiente fuori dall’ordinario. Il Tugu Bali è di proprietà di un indonesiano che dal 1960 ha collezionato antichità, creando così una casa per la più grande collezione d’arte del Sudest Asiatico.

WAHA-C22

Dedari Suite

 

Chi sceglierà questo magico albergo come alloggio per il suo viaggio in Indonesia, si ritroverà catapultato in una nuova dimensione, dove il mistico e l’incanto prenderanno il sopravvento per cambiare la sua visione della realtà. Entrando in albergo, si ritroverà di fronte ad un gigantesco Garuda di legno di quasi cinque metri di altezza, e ne sarà sopraffatto. La Bale Agung, l’edificio principale che contiene questo gigante, nonché l’ingresso al Tugu Bali, lo accoglierà in un giardino tropicale fatto di stagni di fiori di loto di una bellezza più unica che rara.

Lobby (3)

Il gigantesco Garuda della lobby

 

A prescindere da quale stanza sceglierà per il suo soggiorno, si ritroverà in una suite indipendente e nascosta dal resto della struttura, circondato da lussureggianti giardini tropicali e stagni di fiori di loto che guardano all’Oceano Indiano e ai suoi tramonti. A pochi passi dal suo letto, avrà una spiaggia paradisiaca. Si ritroverà in un luogo in cui, anche se stracolmo di ospiti, gli sembrerà di essere da solo isolato dal resto del mondo. Intimità e riservatezza sono le caratteristiche principali del Tugu Bali.

Dedari (9)

Dedari Suite

 

Potrà ritrovarsi in una Dedari, suite al piano terra con una plunge pool privata e un bagno che per metà sarà all’aperto; oppure in una Rejang, che guarda dritta all’ oceano con un’area spa privata per concedersi relax in ogni momento del soggiorno.

Puri le Mayeur

Puri le Mayeur Suite

 

Oppure potrà scegliere di essere ancora più coccolato e viziato, e allora sceglierà una Puri Le Mayeur Villa. Una vera villa di duecento metri quadri che galleggia sopra stagni di fiori di loto. Se sceglierà lei, avrà scelto la suite più sensuale di tutta Bali. Una suite ispirata in ogni dettaglio alla storia d’amore tra Adrien-Jean Le Mayeur de Merprés, un famoso pittore belga che arrivò sull’isola nel 1932, e Ni Polok, una famosa ballerina balinese di Legong.

Walter Spieces Pavilion.jpg2

Walter Spieces Pavilion Suite

 

Magari, invece, se sarà un inguaribile romantico, potrà soggiornare alla Walter Spies Pavilion, una suite dedicata al poeta tedesco e artista Walter Spies, che ha fatto di Java e Bali la sua casa nel lontano 1920. Un alloggio con pezzi originali della colonizzazione olandese compresa la porta d’entrata, le colorate finestre, e la testata del letto. Si sentirà proprio come lui, perché si ritroverà circondato dai suoi oggetti come la sua vecchia macchina fotografica, i suoi dipinti, le sue foto di quando era piccolo e le lettere originali scritte per la sua famiglia in Germania.

Picnic in Bed (1)

Picnic in Spiaggia

 

Quando arriverà l’ora di mangiare perché comincerà a sentire un po’ di languorino…potrà scegliere di farlo esattamente dove vorrà. Si, ovunque ne avrà voglia. Perché al Tugu Bali gli ospiti sono viziati in ogni singolo momento della giornata. Allora potrà optare per una tavola a lume di candela nascosta tra i lussureggianti giardini, o ad una capanna galleggiante su un lago di loto, o anche ad una soluzione sulla spiaggia a lume di luna e stelle. E potrà farsi servire come un antico principe delle leggende indonesiane da una parata di dodici camerieri in livrea.

PEKA-18

Gubuk Ngelamun Leha-Leha

 

Quello che però farà, se seguirà il mio consiglio, sarà di cenare al Bale Sutra. Un antico tempio vecchio trecento anni in cui la cena viene servita in una sala rossa a lume di mille candele.

Kamar Molek Seger Waras

Spa

 

Il cliente che sceglierà il Tugu Bali, scoprirà qualcosa di inaspettato. Scoprirà che in questo hotel esiste una Spa, la Waroeng Djamoe Spa, che negli ultimi due anni è stata considerata una delle migliori al mondo. Questa rappresenta il fiore all’occhiello dell’hotel. Una Spa che lo riporterà all’autenticità della ricca storia delle Spa dell’isola di Java e Bali, come se si potesse utilizzare una macchina del tempo. Ogni trattamento che sperimenterà sarà basato sui segreti del benessere del mondo orientale, alcuni dei quali oggi ancora sono sconosciuti ai più. Sarà coccolato, amato, viziato e vezzeggiato. Scoprirà massaggi che per farli bisogna cantare un mantra antico quanto l’uomo. Ne scoprirà altri che uniranno al massaggio stesso alcune forme di meditazione buddista del lontano diciottesimo secolo.

Artwork009

Artwork

 

Colui che sceglierà il Tugu Bali come sua casa per un viaggio, si risveglierà ad un nuovo mondo. Vivrà un’esperienza mistica che gli permetterà di assaporare profondamente le emozioni che il mondo orientale può dare. Si sentirà parte di una nuova dimensione, mai scoperta prima. E allora, vorrà sperimentare tutti gli altri hotel di questa unica catena alberghiera: il Tugu Group.

www.tuguhotels.com/bali

Hotel, Oriente

Soneva Kiri

Koh Kood, Thailandia

Solo per i miei clienti più esigenti. Solo per quelli che vogliono allontanarsi dai classici circuiti di massa e godere di luoghi senza tempo. Solo per quelli che, stanchi dei soliti resort standardizzati, vogliono scoprire qualcosa di nuovo e di particolare. Solo per quelli che sono veri viaggiatori e non semplici turisti. Solo per quelli che vorranno il meglio dalla vita e dalla loro vacanza, ecco che Soneva Kiri diventa il mio primo pensiero.

Private Cliff Reserve

Private Cliff

Distante dalla frenesia del Paese a cui appartiene, Soneva Kiri si trova nel Golfo del Siam sull’isola di Koh Kood, la quarta più vasta della Thailandia ma la meno popolata. Immerso in una natura lussureggiante, lambito da acque cristalline su spiagge bianchissime, il Resort è stato creato per integrarsi perfettamente con il paesaggio che lo circonda. Ispirato al concetto di lusso intelligente che solo la sua famiglia Soneva riesce a ricreare, Soneva Kiri è perfetto per il prolungamento di una viaggio in Thailandia dopo aver scoperto la magica Bangkok. Si raggiunge infatti con un volo privato di un’ora dall’aeroporto della capitale. Una volta qui, ci si ritrova proiettati indietro nel tempo come se questo si fosse fermato per celebrare quella che era un tempo la Thailandia dei nostri antenati. Lontano dai percorsi di massa battuti dai turisti, qui si respira l’autenticità di una volta potendo ammirare, nei giorni di limpida, le coste della Cambogia (che tra l’altro si raggiungono in una sola ora di barca).

South_beach

South Beach

Solo ville sono gli alloggi del resort, alcune direttamente sulla spiaggia bianca di Koh Kood, altre immerse nella vegetazione e altre ancora con vista mozzafiato sulla baia. Sono tutte costruite con i dettami del design eco-sostenibile utilizzando solo materiali locali, e nonostante questo, ognuna garantisce il lusso di un vero cinque stelle del Sud Est Asiatico. Ogni villa dispone di una piscina privata e alcune hanno addirittura una Spa al loro interno con un maggiordomo personale. Antistante l’ingresso si trovano biciclette e cart per raggiungere in comodità ogni angolo nascosto del resort.

tree_pod

Tree Pod

Cosa si può fare in un soggiorno a Soneva Kiri? Bhe…c’è l’imbarazzo della scelta! Da semplice relax all’ombra di una palma con un bel libro, a uno strepitoso snorkeling o un’immersione; da gite in barca a vela o su lancia a windsurf; al riposo rigenerante nella propria villa a un pranzo su un ristorante sospeso a cinque metri da terra serviti da un cameriere volante; si può visitare i vicini villaggi di pescatori o nuotare tra cascate secolari dopo un pic nic nella natura selvaggia. Si può, alla sera, guardare un film sotto le stelle al Cinema Paradiso sulla spiaggia, o osservare le stelle dall’Osservatorio. E poi ci si può deliziare il palato con i migliori piatti Thai accompagnati da uno dei cinquecento vini presenti nella cantina sotterranea.

waterfall picnic

Waterfall Pic-nic

E si può fare tutto questo con i piedi nudi…perché a Soneva Kiri il motto è…

…no news, no shoes. Thai style.

Beach(1)

South Beach

www.soneva.com/soneva-kiri

Oriente, Stati Uniti, Viaggi

GIAPPONE & HAWAII Prima Parte: INTRODUZIONE

images

Un viaggio d’amore tra isole indimenticabili.
Tra modernità e natura, tra spiritualità e paradisi.
Un viaggio  per chi vuole conoscere, esplorare e scoprire le meraviglie della Terra,
da quelle regalate da madre natura a quelle costruite dall’uomo.

Quando sentiamo la parola Giappone subito la nostra mente si avvia verso alcune immagini di modernità e avanguardia che si scontrano con altre di spiritualità e misticismo. Non sappiamo bene come definire questa gigantesca isola in cui dimora una grande Nazione con una storia millenaria. Un viaggio in Giappone è uno di quei viaggi che una volta nella vita vanno fatti. Un viaggio in Giappone è capace di restare impresso indelebilmente nella nostra mente, caricando la nostra anima non solo di ricordi ma anche di insegnamenti dati da una civiltà che cresce portando rispetto e riverenza per ogni essere umano. In Giappone le persone ti guardano e ti sorridono, in qualunque luogo pubblico tu entri vieni accolto come se fossi un imperatore.

images (1)

Hawaii

E allora perché, soprattutto se si tratta di una viaggio d’amore come una luna di miele, non unire a queste sensazioni la scoperta di altre isole che sono di per sé un paradiso terrestre? Perché bisogna sempre desiderare il meglio nella vita. Per chi non ha bisogno di una spiaggia immacolata in un soggiorno di totale nullafacenza, ma desidera continuare a scoprire le meraviglie del nostro pianeta noleggiando un auto e perdendosi in una natura selvaggia che diventa amica dell’uomo, le isole Hawaii sono il perfetto proseguimento di un viaggio meraviglioso.

giappone

Spring in Japan

L’unione di Giappone e Hawaii nasce come un viaggio di nozze tra i più belli. E’ un viaggio per una coppia di innamorati che ama l’avventura e la scoperta, che non desidera restare immobile ad aspettare che le giornate di un viaggio fluiscano, ma che vuole andare incontro ai momenti della vacanza per viverne ogni istante assaporandolo fino alla fine. Di certo non va bene per chi vuole il relax totale che solo una bianca spiaggia bagnata da un mare calmo e turchese è in grado di dare. Questo viaggio va bene per chi vuole conoscere, esplorare e scoprire le meraviglie della Terra.

……..to be continued………

SECONDA PARTE: GIAPPONE

TERZA PARTE: HAWAII